Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Afghanistan: tra Biden e Draghi accordo per un ‘stretto coordinamento e approccio comunale al G7″

Joe Biden e Mario Draghi nel loro colloquio telefonico hanno sottolineato l’importanza di proseguire con uno “stretto coordinamento” tra il personale militare e civile americano e italiano a Kabul, “che stanno lavorando senza sosta per evacuare i propri cittadini e gli afghani che hanno coraggiosamente sostenuto la Nato”. E’ quanto si legge in una nota della Casa Bianca, nella quale si evidenzia anche “l’opportunità per il G7 di pianificare nel prossimo summit virtuale dei leader un approccio comune sull’Afghanistan”.

Ragazze della squadra di robotica in salvo in Qatar

Le ragazze della squadra di robotica afghana, tutte tra i 15 e i 19 anni, insieme alla loro insegnante di 25 anni, sono arrivate sane e salve in Qatar, grazie all’intervento del governo di Doha che ha inviato loro un volo per lasciare Kabul. A dare la notizia è stata la Digital Citizen Fund americana, che la settimana scorsa aveva chiesto l’aiuto di Doha per portarle fuori dal Paese, dopo il ritorno al potere dei talebani.
Le ragazze erano diventate famose nel 2017 dopo aver vinto un premio speciale a una competizione internazionale di robotica negli Usa.

Ok da 13 Paesi per ospitare afghani a rischio

Sono 13 i Paesi che finora hanno accettato, almeno temporaneamente, di ospitare gli afghani a rischio evacuati dal Paese dopo il ritorno al potere dei talebani. Lo ha riferito il dipartimento di Stato americano in una nota, citando Albania, Canada, Colombia, Costa Rica, Cile, Kosovo, Macedonia del Nord, Messico, Polonia, Qatar, Rwanda, Ucraina e Uganda. Washington ha anche espresso un “ringraziamento speciale” ai “partner in tutto il mondo che sono stati fondamentali”, come Paesi di transito, nelle operazioni di evacuazione di “americani e altri” dall’Afghanistan; tra questi, Bahrain, Danimarca, Germania, Italia, Kazakistan, Kuwait, Qatar, Tagikistan, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Uzbekistan



Go to Source

Exit mobile version