Al Jazeera denuncia Israele all’Aja per la morte della giornalista Shireen Abu Akleh: “Non fu uccisa per sbaglio”

Pubblicità
Pubblicità

TEL AVIV – Al Jazeera ha denunciato Israele alla Corte Penale internazionale dell’Aja per la morte della giornalista palestino-americana Shireen Abu Akleh, uccisa a maggio scorso a Jenin in Cisgiordania in scontri con l’esercito. Lo riferiscono i media secondo cui l’emittente del Qatar ha nuove prove che dimostrano che i soldati israeliani spararono direttamente verso la giornalista.

“La tesi che Shireen sia stata uccisa per sbaglio in uno scambio di colpi è completamente infondata”, fanno sapere dal network. Al Jazeera ha precisato che le nuove prove si basano su nuove testimonianze di persone sul posto, sull’esame di video ed evidenze forensi.

“Nessuno interrogherà o indagherà i soldati dell’esercito israeliano”, ha detto il premier ad interim Yair Lapid. “Nessuno ci può fare la morale sul comportamento in guerra, tanto meno la rete tv Al Jazeera”, ha aggiunto Lapid commentando l’iniziativa del network del Qatar di denunciare Israele alla Corte Penale dell’Aja

.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source