Al Teatro dell’Opera il primo balletto post-lockdown: guanti e mascherine costumi di scena

La Republica News

Il primo balletto del Teatro dell’Opera di Roma dopo l’emergenza Covid-19 porta in scena guanti e mascherine. Non più solo dispositivi di protezione individuale, ma parte integrante dei costumi e della danza: strumenti che, insieme a vestiti e oggetti di scena, aiutano i ballerini a superare i limiti imposti dalle nuove norme per il contenimento del contagio. “Abbiamo adottato una serie di escamotage, uno, per esempio, è quello di tirare il vestito anziché toccare la persona”, spiega Giuliano Peparini, che in soli 15 giorni ha ideato i movimenti che accompagnano una versione de ‘Le quattro stagioni’ del tutto atipica. “Sono le stagioni dell’amore – continua Peparini – e le storie girano tutte intorno a un divano, luogo in cui accade di tutto, dall’amore alle liti, e che in questi mesi di lockdown abbiamo vissuto molto”. La prima dello spettacolo si terrà sabato 25 luglio al Circo Massimo, poi in replica domenica 26 luglio, giovedì 30 luglio, domenica 2 agosto e lunedì 3 agosto.
Di Valentina Ruggiu



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi