Al via il G20 straordinario. Dalla Ue un miliardo per l’Afghanistan

Pubblicità
Pubblicità

Nella riunione del G20 sull’Afghanistan, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, annuncerà un pacchetto di sostegno del valore di circa un miliardo di euro per la popolazione afghana e i Paesi vicini. Lo rende noto la Commissione europea. “Dobbiamo fare tutto il possibile per evitare un grave collasso umanitario e socio-economico in Afghanistan. Dobbiamo farlo in fretta. Siamo stati chiari sulle nostre condizioni per qualsiasi impegno con le autorità afgane, compreso il rispetto dei diritti umani”, commenta von der Leyen.

Soldi per profughi e civili: Draghi punta sull’Onu per aiutare l’Afghanistan

“Finora, le notizie parlano da sole. Ma il popolo afghano non dovrebbe pagare il prezzo delle azioni dei talebani. Questo è il motivo per cui il pacchetto di sostegno afghano è per il popolo afghano e i vicini del paese che sono stati i primi a fornire loro aiuto”, aggiunge la nota.

Oggi a Doha – poco prima dell’inizio del G20 straordinario – il primo incontro fra la delegazione europea e quella dei talebani, con la partecipazione anche di una rappresentanza degli Stati Uniti, che avevano già  incontrato i sedicenti studenti coranici lo scorso fine settimana, sempre nella capitale del Qatar.

Si tratta della prima riunione tripartita in questo formato dalla presa di Kabul da parte dei mullah a Ferragosto. Tra i temi al centro dei colloqui ci sono gli aiuti umanitari, la lotta al terrorismo, le evacuazioni dall’Afghanistan e i diritti delle donne e delle minoranze. Alla vigilia dei colloqui, il ministro degli Esteri talebano Amir Khan Muttaqi aveva dichiarato di auspicare “relazioni positive con il mondo intero”, affermando che sarebbero utili per “salvare l’Afghanistan dall’instabilità”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source