Alcaraz e Sabalenka, la torta di compleanno della discordia: polemiche dalle tenniste

Pubblicità
Pubblicità

Due torte e due misure. Carlos Alcaraz e Aryna Sabalenka – oltre ad essere in finale al Masters di Madrid nelle rispettive categorie – sono nati entrambi il 5 maggio. Un dettaglio che non è sfuggito agli organizzatori del torneo spagnolo, che – dopo le semifinali – hanno celebrato i due tennisti con due diverse torte di compleanno.

Il motivo della polemica? La torta di Alcaraz – che ha festeggiato in campo i suoi vent’anni – era molto più sfarzosa di quella riservata alla bielorussa – numero 2 nel ranking Wta –, che ha ricevuto il dolce all’interno dell’impianto sportivo. La disparità di trattamento ha sollevato un polverone mediatico, che ha visto protagoniste altre stelle del tennis, come la romena Bianca Andreescu e Viktoryja Azarenka – connazionale della Sabalenka –, che su Twitter hanno manifestato solidarietà nei confronti della collega, criticando la scelta degli organizzatori.

La difesa del direttore del Masters di Madrid, che chiama in causa anche Rune

“Non mi sembra giusto”, aveva commentatto la Andreescu. All’Azarenka – che ha ricondiviso un tweet che sottolineava la disparità di trattamento tra i due- ha risposto proprio il direttore del Masters di Madrid, Feliciano Lopez, spiegando che Alcaraz – numero 2 nel ranking Atp – aveva appena vinto contro Coric la semifinale sul campo centrale. “Il torneo si gioca in Spagna, nonostante sia anche un evento internazionale”, ha aggiunto Lopez, facendo riferimento alla nazionalità del tennista che a Madrid ha già vinto lo scorso anno e che due settimane fa ha trifonfato anche a Barcellona. Per difendersi, il direttore del torneo ha tirato in ballo anche la torta consegnata lo scorso 29 aprile a Holger Rune, che – come la Sabalenka – non era in campo il giorno del suo compleanno. “Spero che Rune non si sia sentito offeso da questo trattamento”, ha concluso con un emoji sorridente il direttore Lopez.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *