Alec Baldwin, ritratto di una star tra set e impegno politico

Pubblicità
Pubblicità

Una laurea in Scienze politiche, la passione per la recitazione che lo ha portato sulla strada di una lunga carriera fatta di tantissimi titoli sia al cinema che in tv, un’aspra battaglia legale con la ex moglie Kim Basinger che ha occupato a lungo le cronache, una nomination agli Oscar nel 2004 come migliore attore non protagonista, l’attivismo in favore dei Democratici, dal convinto sostegno a Obama agli attacchi a Trump, che più volte ha fatto ventilare un suo ingresso il politica. Alec Baldwin è uno dei volti più popolari di Hollywood e adesso il suo nome torna nei titoli di tutti i giornali del mondo per il drammatico incidente che lo ha visto protagonista sul set di un nuovo film in New Mexico: durante le riprese ha sparato, ci sarebbe stato un malfunzionamento dell’arma che tuttavia era caricata con proiettili veri e ha ucciso la direttrice della fotografia oltre a ferire gravemente il regista.

Alec Baldwin spara sul set e uccide la direttrice della fotografia, ferito il regista: la tragedia durante le riprese del suo western

Sessantatré anni, cinque fratelli, le origini in un sobborgo di Long Island, il debutto davanti alla macchina da presa a soli 9 anni in un Frankenstein amatoriale, poi cambia strada e si mette a studiare, si laurea in Scienze politiche all’Università George Washington, l’obiettivo è diventare un avvocato. Niente da fare: palcoscenico e set hanno la meglio e Baldwin passa al corso di recitazione di Lee Strasberg, alla New York University. Intraprende così un cammino che condividerà con altri sui tre fratelli, William, Stephen e e Daniel.

Alec Baldwin: “Con Trump si torna indietro, non ci si potrà ridere più sopra”

Il debutto è in tv con The doctors, una soap che va in onda all’inizio degli anni 80. Poi prende il volo e gira praticamente un film l’anno lavorando anche con registi di prestigio, da Beetlejuice – Spiritello porcello di Tim Burton a Una vedova allegra ma non troppo di Jonathan Demme, da Una donna in carriera di Mike Nichols a Talk Radio di Oliver Stone e via via passando per Alice di Woody Allen, Hollywood, Vermont di David Mamet, The Aviator di Martin Scorsese, fino ai più recenti BlaKKKlansman di Spike Lee, A star is born di Bradley Cooper fino e Chick Fight diretto da Paul Leyden.

Alec Baldwin con Kim Basinger nel 1998: l’attrice aveva appena ricevuto l’Oscar come migliore non protagonista per ‘L. A. Confidential’ 

Sul set di Bella, bonda… e dice sempre sì del 1991 conosce Kim Basinger, che sposa due anni dopo. Diventano una delle coppie più belle e invidiate di Hollywood, inseguita dai paparazzi per ben sette anni. Tanto dura l’idillio ma è una dichiarazione politica – almeno così recita la vulgata – a incrinare il rapporto, ovvero quella fatta da Baldwin che annuncia che lascerà gli Stati Uniti in caso di vittoria elettorale di George W. Bush. Un attivismo politico, quello dell’attore, che avrebbe amplificato una già esistente incompatiilità tra i due. Kim Basinger chiede il divorzio, parte una battaglia legale che si concentra sulla costodia della loro figlia Ireland – oggi 25enne –  e che si nutre di accuse pesanti, come quella di alcolismo e abusi rivolta dall’attrice al marito. La spunta lui, che nel 2004 ottiene la custodia congiunta della ragazzina con diritto di visita, revocato tuttavia nel 2007 dopo la diffusione di un audio, un messaggio telefonico di Baldwin con una imprecazione e insulti rivolti proprio alla figlia, allora undicenne.

Dal Corvo di Brandon Lee alla strega del Mago di Oz, quando il set diventa un’arma

La battaglia legale con Basinger non è stata l’unica occasione, per Baldwin, che lo ha portato davanti a un giudice: nel 2018 era stato arrestato per aver picchiato un uomo in un parcheggio.

Baldwin con la moglie Hilaria Thomas 

Il suo impegno in favore dei Democratici ha fatto spesso ipotizzare un suo possibile ingresso in politica. Si era parlato di Baldwin per la poltrona di governatore dello Stato di New York, poi ancora nel 2011, in occasione delle suppletive alla Camera, dopo le dimissioni del deputato Anthony Weiner costretto a lasciare per una storiaccia di foto “hard” su Twitter, si era parlato ancora di Baldwin come possibile candidato a sindaco di New York. L’attore ha comunque messo la propria arte al servizio della satira politica con una imitazione di Trump, al Saturday Night Live, che ha spopolato nel 2017 e gli ha anche permesso di vincere un Emmy che l’attore, durante la cerimonia di consegna dei riconoscimenti, ha dedicato proprio all’ex presidente americano.

Alec Baldwin: “Mr. President, ecco il tuo Emmy”

Nel giugno del 2012 Baldwin ha sposato l’istruttrice di yoga e influencer Hilaria Thomas, dalla quale ha avuto finora sei figli: Carmen Gabriela, Rafael, Leonardo Àngel Charles, Romeo Alejandro David, Eduardo Pau Lucas e Lucia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source