144136535 0c4175a5 fdaa 4112 b14c a3999682fc46

Alex Zanardi, il gip prende tempo per decidere sull’archiviazione per il camionista

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

144136535 0c4175a5 fdaa 4112 b14c a3999682fc46

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Siena, Ilaria Cornetti, al termine dell’udienza di questa mattina, si è riservato la decisione sulla richiesta di archiviazione per l’incidente del 19 giugno 2020 in cui è rimasto seriamente ferito l’ex campione di Formula 1 e atleta paralimpico Alex Zanardi. La Procura senese ha chiesto l’archiviazione per l’unico indagato, Marco Ciacci, 45 anni, che si trovava alla guida dell’autocarro contro cui si è scontrato Zanardi mentre con la sua handbike percorreva la strada provinciale a Pienza durante una staffetta di solidarietà. Ciacci è indagato per il reato di lesioni colpose gravissime.

Alex Zanardi, la famiglia: “No all’archiviazione per il camionista, ha invaso l’altra corsia: serve una nuova perizia”

L’avvocato Carlo Covi, legale della famiglia di Zanardi, si è opposto alla richiesta di archiviazione e ha chiesto al giudice “un’integrazione istruttoria”, ovvero di riaprire le indagini con ulteriori accertamenti tecnici sulla dinamica dell’incidente. Il legale dell’ex pilota ha chiesto anche al gip l’imputazione coatta per il camionista indagato. All’udienza era presente anche la moglie di Zanardi, Daniela Manni, parte offesa nel procedimento. L’avvocato Massimiliano Arcioni, legale di Ciacci, ha chiesto al giudice di accogliere la richiesta di archiviazione così come formulata dalla Procura.



Go to Source