Amazon, lo stipendio d’ingresso sale dell’8% nei centri logistici: si parte da 1.680 euro

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Dopo i grandi scioperi della primavera scorsa e la firma al ministero del Lavoro del protocollo con i sindacati, il loro riconoscimento a livello nazionale e l’intesa sul far riferimento al contratto nazionale della logistica per regolare le questioni relative ai lavoratori dei centri logistici, Amazon fa un passo concreto e annuncia un aumento delle retribuzioni d’ingresso per gli impiegati dei siti logistici.

Calcola il tuo stipendio giusto

Il colosso dell’e-commerce ha annunciato in una nota la revisione periodica degli stipendi e che la retribuzione d’ingresso per i dipendenti ammonterà a 1.680 euro lordi, l’8% in più rispetto a quanto previsto dal Ccnl a partire dal 1° ottobre.

“Negli ultimi dieci anni – dice la nota – l’azienda si è confermata uno dei principali creatori di posti di lavoro del Paese con oltre 12.500 dipendenti a tempo indeterminato, offrendo opportunità professionali stabili e ben retribuite, con una retribuzione d’ingresso tra le più alte del settore e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni”.

Amazon rimarca poi che sulla piattaforma https://www.aboutamazon.it/workplace/ si trova “una panoramica approfondita a partire dalla tipologia di ruoli offerti, all’ambiente di lavoro, passando per le opportunità di crescita professionale, dalla sicurezza alle attività a favore dei territori in cui opera”. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source