182354165 f46b2b46 43f7 4cc6 b716 62b5546cc4fe 9

Amministrative, Michetti-Racca: nel centrodestra spunta un ticket a sorpresa per Roma e Milano. Ma l’accordo ancora non c’è

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

182354165 f46b2b46 43f7 4cc6 b716 62b5546cc4fe 9

Due candidati civici d’area per Roma e Milano. Fratelli d’Italia e Lega provano a chiudere un accordo su nomi di outsider: un avvocato amministrativista, Enrico Michetti, per la Capitale, la presidente di Federfarma, Annarosa Racca, per il capoluogo lombardo. Sul tavolo dei leader del centrodestra, che sono tornati a a incontrarsi dopo tre mesi e mezzo, c’è questa ipotesi di intesa. Il vertice tra FdI, Lega e Forza Italia è durato oltre un’ora, sui candidati alle prossime comunali non è stato chiuso ancora nessun accordo, ma una nota congiunta dei tre partiti conferma che “il centrodestra correrà unito in tutte le città che andranno al voto e sul tavolo ci sono molti profili, alcuni inediti che si sono fatti avanti recentemente”. 

Comunali Milano, Racca (Federfarma): “Io candidata sindaco per centrodestra? Ipotesi che non ha ancora concretezza”

Si lavora su profili non politici, ma graditi ai capi dello schieramento. Svanita la possibilità di far correre Guido Bertolaso e Gabriele Albertini – entrambi hanno detto no – si lavora su altre piste. A Roma Fdi è il primo partito e la soluzione gradita a Giorgia Meloni e agli esponenti a lei più vicini è quella di Michetti, direttore ed editore della Gazzetta amministrativa, docente universitario e opinionista di Radio Radio. L’incognita è costituita dalla scarsa popolarità del candidato ma i vertici di Fratelli d’Italia si sono presentati al tavolo della coalizione con il risultato di un sondaggio di Tecnè che vede Michetti come unico nome in grado di battere la concorrenza del Pd: secondo la rilevazione, che prevede però un buon 44 per cento di indecisi o di voto d’astensione, Michetti avrebbe il 35 per cento contro il 33 di Roberto Gualtieri (Pd), il 18 di Virginia Raggi (5S) e il 15 per cento di Carlo Calenda (Azione). Gli altri candidati del centrodestra sondati – Rampelli, Gasparri, Matone, Bongiorno, Graziano – non supererebbero Gualtieri.

Campidoglio, Enrico Michetti: il tribuno della radio che piace al centrodestra. “Roma torni quella dei Cesari e dei Papi”

A Milano invece il nome a sorpresa è quello di Annarosa Racca, meneghina doc, presidente di Federfarma Lombardia: sarebbe il suo il “profilo femminile che potrebbe mettere tutti d’accordo” cercato da Matteo Salvini. Racca, che nel 2016 ha ottenuto il riconoscimento dell’Ambrogino d’oro, ha confermato di avere ricevuto una telefonata dal leader della Lega. Altri nomi sono naturalmente in campo ma è su questo schema che si muove il centrodestra. La soluzione delle candidature civiche, in ogni caso, consente tra l’altro di superare i veti incrociati che si sono già manifestati sottotraccia: a Roma Maurizio Gasparri, possibile scelta di Forza Italia, non ha il gradimento di Fdi  e a Milano Maurizio Lupi, che piace a Berlusconi, non scalderebbe i cuori del Carroccio.  Forza Italia, in questo scenario, potrebbe mettere il cappello su altre candidature d’area, quale Catello Maresca a Napoli o Paolo Damilano a Torino, e comunque otterrebbe la nomination per la Regione Calabria, con il capogruppo alla Camera Roberto Occhiuto. La trattativa per le amministrative è all’inizio e si intreccia con altri accordi – a partire da quello sulla presidenza del Copasir – ma un solco, chiaro, è tracciato.

Centrodestra, oggi il vertice dei leader. Ma su amministrative e Copasir la trattativa è in salita. Meloni: “Non capisco polemiche su Urso, noi tifosi solo dell’Italia”



Go to Source