Anche il Ris lo conferma: “Serena Mollicone fu uccisa nella caserma di Arce”

Pubblicità
Pubblicità

Il primo giorno di giugno di 21 anni fa Serena Mollicone subì un profondo trauma alla testa all’interno della caserma dei carabinieri di Arce, in provincia di Frosinone, perse conoscenza e il corpo venne trasportato nel boschetto di Anitrella, una frazione del vicino Monte San Giovanni Campano, dove, visto che respirava ancora, venne soffocata.

A confermare la tesi della pm Maria Beatrice Siravo, dopo l’esperta di cold case Cristina Cattaneo, antropologa forense e docente di medicina legale all’Università degli Studi di Milano, dove dirige il Labanof, sono stati i carabinieri del Ris che hanno esaminato ben 139 tracce trovate sulla salma della diciottenne e sui reperti sequestrati nel luogo dove venne ritrovato il cadavere.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al meseper 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source