Angelina Jolie e Brad Pitt ora litigano per il vigneto in Francia

Pubblicità
Pubblicità

Dopo aver, almeno temporaneamente dopo una sentenza del giudice John Ouderkirk di Los Angeles, smesso di litigare per i figli ora Brad Pitt e Angelina Jolie si scontrano in tribunale per il vigneto francese. L’attore infatti ha citato in giudizio la sua ex moglie per aver venduto la sua quota di partecipazione della proprietà Chateau Miraval che avevano comprato insieme nel 2008 per circa 25 milioni di euro e dove sei anni dopo si erano sposati. Secondo Pitt, Jolie avrebbe deciso di cedere la sua parte di proprietà nel sud-est della Francia senza il proprio permesso, quando invece, secondo un loro precedente accordo, questo sarebbe stato necessario.

Lovers – Angelina Jolie e Brad Pitt

clicca sul titolo arancione per ascoltare il podcast sulla loro storia d’amore

Angelina Jolie ancora contro Brad Pitt e chiama in causa i figli adolescenti

Chateau Miraval, che comprende una casa e un vigneto nel villaggio di Correns, “si era trasformato nella passione di Pitt”, secondo quanto dichiarato dal suo avvocato, e, sotto la sua guida, è diventato una “storia di successo internazionale multimilionaria”: l’attore infatti ha contribuito a garantire la redditività del vigneto, trasformandolo in “una delle aziende di produzione di vino rosato più apprezzate al mondo”.

Jolie a Roma con le figlie 

La quota dell’attrice, che non ha rilasciato dichiarazioni, sarebbe andata al produttore di alcolici russo Yuri Shefler, secondo il legale ”a insaputa del suo assistito. Ha venduto la sua partecipazione con la consapevolezza e l’intenzione che Shefler e le sue affiliate avrebbero cercato di controllare l’attività a cui Pitt si era dedicato e di minare il suo investimento in Miraval”, con lo scopo di causare “danni gratuiti” all’attore che aveva “investito denaro e fatica nel settore del vino”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source