Anonymous minaccia Putin: “Siamo anche nella tua stanza da letto”. File Banca centrale on line

Pubblicità
Pubblicità

Ventotto gigabyte di informazioni finanziarie riservate del governo russo sono state rese pubbliche dagli hacker di Anonymous, a due giorni dalla violazione informatica alla Banca centrale di Russia. Dopo l’attacco informatico, il collettivo aveva annunciato che avrebbe rilasciato oltre 35mila file contenenti accordi segreti. “Nessun segreto è al sicuro. Siamo dappertutto: nel tuo palazzo, dove mangi, al tuo tavolo, nella stanza in cui dormi”, è la minaccia che Anonymous rivolge in un video a Vladimir Putin, definendolo “un bugiardo, dittatore, criminale di guerra e assassino di bambini”. Il collettivo annuncia quindi la condivisione di “centinaia di documenti appartenenti alla Banca centrale di Russia: accordi, corrispondenza, trasferimenti di denaro, patti segreti degli oligarchi, veri rapporti sull’economia tenuti lontano dal pubblico, intese commerciali con altri Paesi, dichiarazioni, informazioni dei sostenitori registrati, video conferenze di Putin e i programmi che usa”. I 28 giga di file riservati sono stati resi disponibili per il download da un membro di Anonymous, The Black Rabbit World.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source