Aritmia cardiaca, El Kun Aguero costretto a fermarsi almeno per tre mesi

Pubblicità
Pubblicità

BARCELLONA – Tre mesi di stop. E’ il primo responso per Sergio Aguero, finito in ospedale lo scorso sabato sera dopo un dolore toracico che lo ha costretto ad abbandonare il campo nel corso del match di Liga contro l’Alaves.

Barcellona, aritmia cardiaca per Aguero: necessari ulteriori accertamenti

“Cure per determinare il processo di recupero”

I media catalani hanno parlato di aritmia cardiaca, e in conferenza stampa il tecnico a interim Sergi Barjuan non ha voluto dare indizi ma in serata ecco la nota del club: l’attaccante argentino, arrivato la scorsa estate a parametro zero dal Manchester City, “è stato sottoposto a un procedimento diagnostico e terapeutico da parte del dottor Josep Brugata. E’ indisponibile e nei prossimi tre mesi si valuterà l’efficacia delle cure per determinare il suo processo di recupero”, fa sapere la società senza fornire ulteriori dettagli.

Cosa è successo

Nel pareggio per 1-1 con l’Alaves di sabato scorso, al 40′ del primo tempo, in seguito a uno scontro di gioco il Kun Aguero si è fermato e ha chiesto assistenza medica. Sembrava avesse difficoltà respiratorie, si toccava il petto, è entrata la barella ma l’attaccante argentino è uscito camminando. Dallo stadio è stato subito trasportato in ospedale in ambulanza per gli accertamenti del caso. Il primo responso ha parlato di un episodio di aritmia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source