Arrivati a Roma i primi ucraini evacuati dalla Croce Rossa: “Finalmente siamo al sicuro”

Pubblicità
Pubblicità

Sono arrivati a Roma 30 degli 83 civili ucraini evacuati dalla Croce Rossa italiana da Leopoli. “È la prima operazione che svolgiamo in quel territorio. Sono tutte persone fragili che verranno ora accolte in Italia in diverse strutture”, ha spiegato all’arrivo Ignazio Schintu, direttore delle operazioni di soccorso ed emergenza della Cri. A bordo dei pullman soprattutto donne e bambini. “Noi arriviamo da Kharkiv. Quando siamo partiti la situazione in città era drammatica, molte case erano state bombardate ed erano in fiamme. Abbiamo visto morire molti civili”, ha spiegato Tatiana, che ha accompagnato il padre e la madre anziani nel viaggio. Nelle prossime ore potrebbe partire una nuova missione di evacuazione. “Noi siamo pronti in 12 ore, ma prima servono le condizioni di sicurezza e l’accordo con la Croce Rossa ucraina”, ha detto Schintu. Intanto le persone arrivate possono tirare un sospiro di sollievo. “Adesso ci piacerebbe trovare un lavoro – ha aggiunto Tatiana – e ci piacerebbe poter aiutare in qualche modo l’Italia e gli italiani che ci hanno accolto”.

di Francesco Giovannetti

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source