Assalto alla Cgil, altre 6 misure cautelari: sono militanti di Forza nuova e dei movimenti No Vax

Pubblicità
Pubblicità

Gli agenti della Digos della Questura di Roma hanno eseguito altre sei misure cautelari per l’assalto alla sede della Cgil del 9 ottobre durante la protesta contro il Green pass in cui si verificarono disordini e scontri al centro di Roma. Secondo quanto si è appreso, è stato disposto l’arresto di tre militanti di Forza Nuova, vicini agli ambienti ultras capitolini, e l’obbligo di dimora nel comune di residenza per tre aderenti a Forza Nuova e ai movimenti no vax. Tra le persone sottoposte a obbligo di firma ci sarebbe il leader veronese di Forza Nuova, Luca Castellini, per il quale è stato disposto l’obbligo di dimora.

L’operazione arriva a tre giorni dalla pronuncia del tribunale del Riesame che ha confermato il carcere per altre 5 persone coinvolte negli stessi fatti. Si tratta di Roberto Fiore, Giuliano Castellino e Pamela Testa – rispettivamente leader nazionale, capo romano e militante di Forza Nuova – dell’ex Nar Luigi Aronica e di Salvatore Lubrano, arrestati al termine del corteo di tre sabati fa.
Scarcerato, invece, il sesto arrestato: Biagio Passaro leader di ‘IoApro’.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source