Atalanta, Gasperini: “Il Var sbaglia con 26 telecamere… Si toglie credibilità al calcio, il gol del 2-2 era buono”

Pubblicità
Pubblicità

Gian Piero Gasperini è una furia dopo Atalanta-Roma, con un solo destinatario. “Io mi aspetto una spiegazione per quel gol annullato. Viene tolto per fuorigioco ma la palla la prende Cristante: se ci fate vedere che l’ha buttata dentro Palomino ok, è fuorigioco. Ma la palla la prende Cristante, è un autogol, ma stiamo scherzando? Il Var con 26 telecamere sbaglia? Questa roba come si fa a interpretarla diversamente al video? L’arbitro ci ha detto che l’ha deviato Palomino, e a lui lo devono aver detto dal Var, perché non è andata a rivederla. Poi magari la Roma vince lo stesso, però è un’altra partita, con un’Atalanta in rimonta e in grande condizione. Non dà neanche fastidio a Cristante, è dietro, non lo tocca, non cerchiamo di girare la frittata. Vengano gli arbitri a mettere la faccia come la metto io che ho perso 4-1, tanto ormai questa partita è andata ma almeno sappiamo di cosa parliamo, qui ne va della credibilità del calcio”.

L’attacco prosegue

Il tecnico dell’Atalanta è scatenato: “Questa è una follia, l’arbitro aveva dato gol, la palla era a centrocampo. Viene annullato un gol di Palomino che non c’è stato: se ha toccato la palla siamo d’accordo, è fuorigioco, altrimenti non può essere. Se volete cambiamo regolamento per l’ennesima volta”. L’analisi del match passa in secondo piano: “La Roma chiudeva bene tutto ma abbiamo fatto anche cose buone. Il gol preso a freddo, l’ennesimo, con 3-4 rimpalli e in cinque contro uno, ha pesato. Queste cose ti mettono in difficoltà contro squadre di valore. Eravamo rientrati in gara, avevamo accorciato le distanze, nella ripresa stavamo giocando a una porta, l’episodio del 2-2 ha cambiato tutto, quanto il gol del 3-1. Meriti alla Roma per quello che ha fatto, ma questa roba qui va spiegata: è difficile, con le immagini davanti, dare una spiegazione che non esiste. Questa roba toglie credibilità al gioco del calcio”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source