Atalanta-Udinese 1-1: Beto al 94′ riagguanta i nerazzurri

Pubblicità
Pubblicità

BERGAMO – Puntava a ritrovare il successo casalingo (manca dal 2-1 al Sassuolo del 21 settembre) l’Atalanta, ma vede sfumare l’obiettivo al 94′. A beffare i nerazzurri, in vantaggio da inizio secondo tempo con Malinovskyi, è la rete al 94′ di Beto che regala un punto pesante ma anche sostanzialmente meritato all’Udinese: finisce 1-1 al ‘Gewiss Stadium’. La squadra di Gasperini, in emergenza per via delle assenze e con ancora nelle gambe le scorie della battaglia Champions sul terreno del Manchester United (con un 3-2 per i Red Devils che grida vendetta), spreca la chance di salire momentaneamente al quarto posto solitario, agganciando intanto la Roma a 15 punti. Gli uomini di Gotti, che non vincono dal 12 settembre (colpo sul campo dello Spezia), dimostrano carattere e spirito di sacrificio e muovono la classifica, cogliendo il terzo pareggio nelle ultime sei gare, così da portarsi a quota 10 evitando di farsi risucchiare nella zona più calda.

<< La cronaca della partita >>

Palla gol per Molina e palo di Ilicic

Con una lunga lista di indisponibili (Djimsiti, Gosens, Hateboer, Pessina e Toloi, ai quali si aggiungono in extremis Maehle per problemi gastrointestinali e Demiral per attacco febbrile) il tecnico dell’Atalanta si affida alla retroguardia a tre indietreggiando De Roon sulla linea di Palomino e Lovato, mentre davanti c’è Malinovskyi a sostegno di Ilicic e Zapata. Il collega friulano sceglie un prudente 5-4-1 in cui Molina e Pussetto hanno il compito di ripartire veloce sugli esterni, magari cercando il dialogo con l’unica punta Beto. E in effetti il piano partita funziona molto bene nella prima parte di gara in cui l’Udinese si difende con ordine, non concedendo varchi ai nerazzurri troppo compassati nelle cadenze, e punge in contropiede, sfiorando anche il gol con Molina che prova a correggere in porta un diagonale di Beto ma centra l’esterno della rete. Sul finale di frazione crescono i padroni di casa, vicini al vantaggio con un palo colpito da Ilicic, a cui segue un’altra occasione per Pasalic, disinnescata da un attento Silvestri.

Malinovskyi sblocca il match

La pressione bergamasca sale ulteriormente a inizio ripresa e dopo un sinistro a giro di Ilicic che si spegne di poco sul fondo arriva il gol di Malinovskyi a sbloccare la partita. L’ucraino si esibisce nella specialità della casa, il tiro da fuori: preciso e potente il diagonale mancino dai 25 metri che si infila nell’angolo basso. La girandola di cambi fa da preludio al finale di gara. Muriel e Miranchuk dentro per l’Atalanta, mentre Gotti si gioca le carte Success e Arslan e poi aggiunge anche Samardzic e Forestieri nel tentativo di evitare la sconfitta.

Gasp espulso, Beto gela lo stadio al 94′

I padroni di casa sembrano in controllo e hanno un’altra chance con Malinovskyi (pallone regalato in area da Beto) quando in campo affiora stanchezza da ambo le parti. Negli ultimi minuti però è l’Udinese a tentare il tutto per tutto, spinta dalle energie dei nuovi entrati. Musso (ex di turno) con un recupero da applausi evita l’autogol di Lovato. Un’azione che scatena le proteste di Gasperini (all’indirizzo di Miranchuk che aveva perso un pallone sanguinoso in attacco): l’allenatore dei nerazzurri, molto nervoso, viene prima ammonito e poi allontanato dal direttore di gara. E al quarto dei cinque minuti di recupero Musso sceglie male il tempo dell’uscita su un angolo di Samardzic e Beto anticipando tutti di testa può schiacciare in rete, fissando l’1-1 finale che gela lo stadio orobico. Ma non c’è tempo per leccarsi le ferite per la Dea, incombe il turno infrasettimanale con il match esterno sul terreno della Sampdoria mercoledì quando l’Udinese riceverà il Verona.

ATALANTA – UDINESE 1-1  (0-0)
ATALANTA (3-4-1-2):
Musso; De Roon, Palomino, Lovato; Zappacosta, Pasalic (29′ st Koopmeiners), Freuler, Pezzella; Malinovskyi (40′ st Scalvini); Ilicic (18′ st Miranchuk), Zapata (18′ st Muriel). (31 Rossi, 57 Sportiello, 44 Oliveri, 99 Piccoli). All.: Gasperini.
UDINESE (3-4-3): Silvestri; Becao, Nuytinck (38′ st Forestieri), Samir; Stryger Larsen (31′ st Samardzic), Walace, Makengo (19′ st Arslan), Udogie; Molina (19′ st Success), Beto, Pussetto (31′ st Soppy). (20 Padelli, 29 Santurro, 2 Perez, 4 Zeegelar, 87 De Maio, 8 Jajalo, 30 Nestorovski). All.: Gotti.
ARBITRO: Marinelli di Tivoli.
MARCATORI: nel st 11′ Malinovskyi (A), 49′ Beto (U).
ESPULSO: nel st al 46′ Gasperini (A) per proteste
AMMONITI: Samir (U), Lovato (A) e Pezzella (A) per gioco falloso, Pussetto (U) per proteste.
ANGOLI: 6-3 per l’Atalanta.
RECUPERO: pt 1′, st 5′.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source