Atletica, Jacobs vince i 60 metri di Lodz in 6”49. Dosso eguaglia il record italiano femminile di Masullo

Pubblicità
Pubblicità

Il campione olimpico dei 100 metri, Marcell Jacobs, ha vinto i 60 metri alla Orlen Cup di Lodz, in Polonia. Il velocista azzurro ha fermato il cronometro sul tempo di 6″49, a due centesimi dal primato italiano, che detiene, di 6″47. All’arrivo il bresciano non è apparso proprio soddisfatto, nonostante la vittoria in scioltezza. Forse per la partenza, non proprio esplosiva. Jacobs aveva vinto la batteria correndo in 6”51. Il 4 febbraio, al meeting indoor di Berlino, aveva vinto la batteria in 6”57 e la finale in 6”51.

Jacobs premiato dalla stampa estera: ”Un grande onore, non me l’aspettavo”. L’idea: replicare la finale di Tokyo ai Fori Imperiali

Favolosa Dosso, eguagliato il primato italiano

In campo femminile clamorosa prestazione di Zaynab Dosso. La sprinter delle Fiamme Azzurre eguaglia il primato italiano dei 60 metri dopo 39 anni: sfreccia in 7”19 nella finale del meeting polacco e pareggia il record stabilito da Marisa Masullo nel 1983. Dossoè arrivata seconda alle spalle della polacca Ewa Swoboda che, con 7”00, firma la migliore prestazione mondiale dell’anno. Cresce anche l’altra sprinter azzurra, Aurora Berton (Libertas Friul Palmanova), quinta, con lo standard per i Mondiali indoor di Belgrado (7.29): diventa la settima italiana di sempre, con due centesimi di progresso rispetto al 7.31 di sabato scorso.

Marcell Jacobs: “Se fossi americano non sarei sotto accusa”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source