Audio esclusivo Il consulente Ubi al suo azionista: “Io le azioni me le terrei, è una inc…ta”

La Republica News

“L’Ops di Intesa conveniva al 14 febbraio, ma ora in Borsa ci si perde…da noi in filiale non ha aderito nessuno, io le azioni me le terrei” L’audio della telefonata che ha fatto intervenire la Consob, in cui il dipendente di una filiale Ubi nel Bergamasco dava una consulenza vietata e a senso unico a Roberto Bonfanti, dell’assoziaione azionisti Ubi: “L’offerta conveniva ai prezzi di febbraio, grazie al c…Devi farti un semplice calcolo matematico, ma loro lo mettono come una grande fregatura”.

Nell’esposto dell’avvocato Mario Zanchetti a Consob e alla Bce per conto dell’Associazione azionisti Ubi, accanto alla trascrizione di questo audio si legge: “Il funzionario ha ripetutamente preso posizione anche in termini coloriti sull’asserita non opportunità di aderire all’Ops così esponendo se stesso la banca una possibile azione di responsabilità per i danni che all’azionista conseguirebbe in caso di mancato successo dell’offerta promossa da Intesa Sanpaolo, e di ragionevole decremento del valore dell’azione Ubi. Nel presentare il cliente i suoi calcoli per convincere il cliente che il prezzo offerto non è congruente, il funzionario ben si guarda dal dire che il prezzo del titolo Ubi sul mercato sconta dal momento del lancio dell’Ops il margine garantito dal concambio con le azioni intesa. Ma il punto è più ampio: il gestore dei clienti privati non avrebbe dovuto dare nessuna consulenza al cliente ed invece, pur a fronte di formali raccomandazioni da parte della banca, i dipendenti di Ubi, in conflitto di interessi, forniscono suggerimenti vietati. Ne consegue che in caso di mancato conferimento da parte del cliente all’Ops la responsabilità del funzionario potrebbe ricadere immediatamente sulla Banca”  



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi