Australia, surfista tramortisce a pugni lo squalo e salva la moglie: “Ho fatto quello che avrebbe fatto chiunque”

La Republica News

SYDNEY – In Australia succede. L’uomo era sulla spiaggia quando ha visto l’ombra dello squalo sotto le onde. Sopra, sua moglie, ignara di tutto e intenta a cavalcarle con la sua tavola. L’animale ha attaccato rapido, poi le urla, il sangue. In un attimo Mark Rapley ha preso il surf e a lunghe, potenti bracciate li ha raggiunti. Si è tuffato sul grande squalo bianco lungo più di tre metri e ha cominciato a prenderlo a pugni con tutta la sua forza, ripetutamente, senza smettere finché non l’ha tramortito, solo a quel punto lo ha lasciato andare e ha riportato la moglie a riva.Secondo quanto riferiscono i media australiani, Chantelle Doyle, 35 anni, stava facendo surf al largo di Shelly Beach a Port Macquarie nel Nuovo Galles del Sud, quando ha avuto luogo l’attacco. Soccorsa sulla spiaggia è stata poi trasportata in aereo al Newcastle Hospital. Aveva gravi ferite alla gamba destra ma è stata operata d’urgenza e ora è in condizioni stabili.


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi