Australian Open, Zverev ko con Shapovalov. Avanti Nadal, Bolelli-Fognini ai quarti nel doppio

Pubblicità
Pubblicità

Gli Australian Open perdono agli ottavi uno dei favoriti alla vittoria finale. Il tedesco Alexander Zverev, numero 3 del mondo, è stato eliminato negli ottavi di finale del primo Slam della stagione. Zverev ha ceduto in tre set al canadese Denis Shapovalov, numero 14 ATP: 6-3 7-6(5) 6-3 il punteggio finale in favore del 22enne canadese che a Melbourne non aveva mai superato il terzo turno e che negli Slam vanta come miglior risultato la semifinale raggiunta lo scorso anno a Wimbledon. “Sono venuto qui con l’obiettivo di vincere e magari diventare numero uno del mondo – ha detto Zverev -. Ma se gioco così, non lo merito”.

Nei quarti Shapovalov affronterà Rafael Nadal. Lo spagnolo, numero 5 del mondo, centra per la 14esima volta in carriera l’ingresso tra i migliori otto a Melbourne. Contro il francese Adrian Mannarino, 69 della classifica mondiale, il 35enne maiorchino deve sudare un set – il primo, durato 81 minuti – prima di avere vita facile e imporsi 7-6(14) 6-2 6-2.

Fuori Badosa e Sakkari

Nel tabellone femminile salutano Melbourne la spagnola Paula Badosa e la greca Maria Sakkari. La Badosa, numero 8 del tabellone, è stata battuta nettamente dalla statunitense Madison Keys per 6-3 6-1. Sakkari, quinta favorita del torneo, ha ceduto 7-6(0) 6-3 all’altra statunitense Jessica Pegula, che per il secondo anno di fila raggiunge i quarti a Melbourne. Dove troverà l’australiana numero uno del mondo Ashleigh Barty che ha eliminato la statunitense Amanda Anisimova per 6-4 6-3. Tra le migliori otto anche la ceca Barbora Krejcikova, testa di serie numero 4, che ha rifilato un doppio 6-2 alla bielorussa Victoria Azarenka.

Bolelli-Fognini ai quarti

Sorriso italiano nel doppio maschile. Simone Bolelli e Fabio Fognini si sono qualificati per i quarti di finale battendo 3-6 7-6(7) 6-3, dopo oltre due ore e mezza, il britannico Jamie Murray e il brasiliano Bruno Soares, ottavi favoriti del seeding, vincitori del titolo nel 2016 e semifinalisti lo scorso anno, dopo aver annullato un match-point sul 6-5 del tie-break del secondo set. La coppia azzurra tornerà in campo non prima di martedì per giocarsi un posto nelle semifinali con i vincenti della sfida – in programma lunedì – tra gli australiani Dane Sweeny e Li Tu, in tabellone grazie ad una wild card, e la coppia formata dallo statunitense Rajeev Ram e dal britannico Joe Salisbury, seconde teste di serie del torneo, campioni nel 2020 e finalisti un anno fa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source