Babbo Natale visita una casa di riposo 26 vittime di Covid in Belgio

Babbo Natale visita una casa di riposo, 26 vittime di Covid in Belgio

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

185029524 b7ff468b 9290 4c0e 8e45 470ab008a200

Era arrivato per dare un po’ di gioia a una casa di riposo di Mol, in Belgio. Ma Babbo Natale, oltre ai doni, inconsapevolmente portava con sé il Covid. Il bilancio al momento è di 26 anziani morti. La casa di riposo si trova vicino Anversa e ospitava 169 persone. Attualmente i casi positivi sono 85 fra gli ospiti e 40 fra gli operatori sanitari. Non c’è certezza che il virus sia stato portato proprio da Babbo Natale, ma il focolaio è scoppiato pochi giorni dopo la visita dell’uomo in maschera, poi risultato positivo, avvenuta il 5 dicembre. Il virologo Marc Van Ranst ha condotto un’analisi filogenetica dei virus degli infetti e ha concluso che più del 90% risale a un unico progenitore, quindi a un’unica fonte di contagio. Alcune delle foto pubblicate dalla radio televisione belga mostrano degli incontri un po’ troppo ravvicinati fra Babbo Natale, il suo assistente “Pietro Nero” e gli anziani.

Per gestire la crisi all’interno della Rsa verrà presto nominato un commissario con poteri straordinari. Avrà anche il non facile compito di gestire i rapporti con i parenti. Le case di riposo dovevano essere i primi luoghi in cui svolgere le vaccinazioni, ma finora vi è arrivato un numero di dosi irrisorio. La campagna di immunizzazione partirà sul serio in Belgio solo il 5 gennaio. Ma difficilmente ci saranno dei sorrisi residui per  la Befana. Il Belgio è il paese che ha più vittime di Covid al mondo in rapporto agli abitanti. Amnesty International aveva già denunciato lo stato di abbandono in cui erano rimaste le case di riposo del paese. Nelle Rsa si è registrato il 57% delle vittime di coronavirus.



Go to Source