Ballottaggio a Torino: Lo Russo sindaco con il 56-60% dei voti secondo il primo Exit poll Rai

Pubblicità
Pubblicità

In base al primo Exit poll del consorzio Opinio Italia per la Rai, al ballottaggio per le comunali di Torino, Stefano Lo Russo (centrosinistra) raggiunge una forchetta tra il 56  e il 60 mentre Paolo Damilano (centrodestra) si attesta tra il 40 e il 44. Lo Russo, professore di Geologia del Politecnico, capogruppo uscente del Pd, ex assessore all’Urbanistica del sindaco Fassino, è così il nuovo sindaco di Torino.

Al secondo turno batte lo sfidante del centrodestra, il candidato di origine civica Paolo Damilano. Per ora il distacco è di una decina abbondante di punti tra i due, ma abbastanza netto. Lo Russo, 46 anni da da tre giorni, è considerato da molti una sorta di “predestinato”. Ha studiato da quindici anni, da quando è entrato in Sala Rossa (il Consiglio comunale torinese) con Sergio Chiamparino, le mosse per arrivare al risultato di oggi.

E anche nell’ultimo anno e mezzo ha superato tutti gli ostacoli, a cominciare da quelli posti da una parte del suo partito, per riuscire a candidarsi e a conquistare la fascia tricolore. Alla candidatura e’ arrivato a giugno, dopo le primarie che lo hanno contrapposto a diversi candidati interni. Anche in quel caso affluenza bassa. Ma alla fine è risultato primo. Ora raccoglierà il testimone da Chiara Appendino, che dall’opposizione ha contrastato in questi anni senza risparmiare nulla alla sindaca e ai Cinque Stelle con cui non ha voluto alleanze: una strategia che aveva lasciato perplessi alcuni anche nel suo partito mache alla fine si è rivelata vincente.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source