Banchieri allo strip club di Londra, Santander apre un’indagine

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – I banchieri del Santander finiscono ancora nel mirino, per un road show a Londra terminato in una serata goliardica presso uno dei più antichi strip club della city. Un bello scandalo, per la banca presieduta da Ana Botin e famosa nel mondo anche per i suoi valori, in un paese come la Spagna che forse è anche più cattolico dell’Italia. E così l’istituto iberico ha dato mandato a un pregiato studio legale americano, Gibson Dunn, per indagare sulla condotta di alcuni dei suoi colletti bianchi, che lo scorso febbraio dopo un incontro organizzato per l’annuale capital market sul debito, a sera si sarebbero recati al Nags Head Gentlemens Club, un famoso locale britannico che si auto descrive come uno dei “più antichi club dove si balla la lap dance”. 

Il ritorno del capitalismo di Stato in Europa e il pessimismo di Wall Street

Alcuni banchieri anziani avrebbero coinvolto nella serata goliardica alcune giovani reclute, che a disagio per la situazione avrebbero poi confessato i dettagli della serata, con delle segnalazioni anonime agli uffici preposti, che a loro volta avrebbero aperto una indagine sulla questione. “La società non sapeva come gestire la situazione perché queste pratiche, che erano comuni un decennio fa, oggi giustamente vengono biasimate  – spiega al Financial Times una fonte che ha chiesto di restare anonima – ed è sintomatica di una industria che è in transizione da vecchi a nuovi standard di condotta. Anche perché tutti pensavano che la banca lo sapesse, ma avesse scelto di non dire nulla”. Secondo il quotidiano spagnolo Cinco Dias, l’indagine avrebbe ad oggetto 7 banchieri del gruppo iberico di cui 3 di lungo corso e 4 junior, “tutti rigorosamente maschi”.

Fatto sta Santander ha ingaggiato i legali di Gibson Dunn per portare avanti un’indagine interna durante l’estate e provare a chiarire la dinamica dei fatti, raccogliendo informazioni presso 15 persone che avrebbero partecipato alla serata, di cui 7 dipendenti della banca. In proposito la banca spagnola, ha detto al quotidiano finanziario inglese: “Prendiamo molto seriamente la condotto dei nostri dipendenti, eseguiamo processi rigorosi processi per accertare i fatti e prendere le dovute misure necessarie al riguardo”. Secondo l’Ft al momento nessuno dei dipendenti del Santander sarebbe stato licenziato, mentre uno dei banchieri che avrebbe organizzato la serata sarebbe stato “rimproverato”. Quest’anno quattro banchieri di Deutsche Bank sono stati licenziati dopo aver concluso una serata in un strip club, e aver provato ad addebitarne i costi sostenuti  alla banca tedesca.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source