Basket Eurolega Barcellona Milano 87 71 lOlimpia crolla nel finale

Basket, Eurolega: Barcellona-Milano 87-71, l’Olimpia crolla nel finale

La Republica News
Pubblicità

BARCELLONA – Milano va vicina all’impresa al Palau Blaugrana, ma alla fine cede 87-71 al Barcellona. I ragazzi di Messina, ancora privi di Sergio Rodriguez, cedono di schianto nel finale (parziale letale di 25-2 in favore dei catalani), dopo il massimo vantaggio di +7 a metà dell’ultimo quarto. Il Barcellona resta al comando della classifica con il Cska Mosca (10-3), l’Olimpia è settima con 7 vittorie e 5 sconfitte. La prossima settimana Milano è attesa da una doppia trasferta turca contro Fenerbahce ed Efes rispettivamente martedì 15 e giovedì 17 dicembre.
<< La cronaca della partita >>
Avvio choc, poi +4 all’intervallo
L’inizio di Milano è da dimenticare con il parziale blaugrana di 11-0. Ci pensa Hines con due canestri a sbloccare i suoi e la successiva tripla di Delaney sveglia del tutto l’Olimpia. Le due “bombe” però di Kuric valgono il 23-15 alla fine del primo periodo. Nel secondo quarto l’immediato 5-0 dell’AX è un segnale di come i biancorossi non abbiano paura della corazzata catalana, così sul 29-20 Delaney trova sei punti consecutivi e la tripla di Micov vale la parità. I ragazzi di Messina hanno sempre più confidenza dalla distanza, Shields infatti firma il primo vantaggio (33-34) e il missile sulla sirena ancora di Micov sigilla il 39-43.
La rimonta blaugrana
Al rientro sul parquet il Barcellona pareggia subito, ma Milano resta in partita. Ne nasce un continuo sorpasso e contro-sorpasso con ancora Micov e Delaney precisissimi dalla distanza. In difesa però si fa fatica a leggere gli assist di Calathes, addirittura 14 in totale. Negli ultimi secondi spettacolare schiacciata di Smits in faccia a Datome, a cui però risponde Tarczewski con la stessa moneta, 61-60 Olimpia.
Il crollo di Milano
L’ultimo quarto è dai due volti. I padroni di casa sembrano in bambola e non segnano nei primi 4′, l’Olimpia arriva al massimo vantaggio con la super tripla di Delaney (60-67). Da qui inizia un altro film. Coach Jasikevicius passa alla difesa a zona, mossa che sorprende Milano che non trova più la retina. Vuoi per l’assenza di Rodriguez, vuoi la stanchezza dovuta ai tanti match ravvicinati, ma Milano crolla. Barcellona firma un impietoso parziale di 25-2 con Mirotic, Higgins e Davies che fanno ciò che vogliono dentro e fuori dall’arco. I liberi finali di Delaney e Davies (i top-scorer con 23 e 21 a referto) sanciscono il definitivo 87-71. L’Mvp è Mirotic, autore di 19 punti. Risultato comunque bugiardo per l’AX che è rimasta in gara per 35 minuti, sfiorando quella che sarebbe stata davvero un’impresa. Non c’è tempo per riposare perché, dopo il big match in campionato domenica contro Brindisi, per i biancorossi ci sarà la settimana prossima un’altra doppia trasferta (la quarta consecutiva in Eurolega) a Istanbul martedì contro il Fenerbahce e giovedì contro l’Efes. In classifica Milano si trova comunque all’ottavo posto insieme all’Olympiacos, mentre il Barcellona si riprende la vetta con il Cska.
BARCELLONA-MILANO 87-71Parziali: 23-15, 39-43, 60-61
BARCELLONA: Davies 21, Hanga 5, Smits 4, Oriola 4, Abrines 7, Higgins 16, Kuric 6, Mirotic 19, Calathes 5. Coach: Jasikevicius. Triple: 8/14. Tiri liberi: 13/15. Rimbalzi 37. Assist: 22.
MILANO: Punter 6, Micov 11, Tarczewski 3, Delaney 23, Shields 12, Brooks 4, Hines 10, Datome 2. Coach: Messina. Triple: 10/27. Tiri liberi: 15:20. Rimbalzi 20. Assist: 13.



Go to Source