141249664 474d2de2 f473 46fe bb5f bc67ead2907b 2

Benevento-Sampdoria 1-1: Keita risponde a Caprari

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

141249664 474d2de2 f473 46fe bb5f bc67ead2907b 2

BENEVENTO –  Il Benevento spreca e nel finale rischia la beffa. Finisce 1-1 la sfida del Vigorito contro la Sampdoria: un punto per parte che lascia la possibilità di recriminare a entrambe le squadre. I rimpianti maggiori sono per gli uomini di Inzaghi,  incapaci di chiudere i conti dopo il vantaggio propiziato da un errore di Audero, bravo poi a riscattarsi su Lapadula. Una volta agguantato il pari, invece, gli ospiti possono rammaricarsi per non aver concretizzano la superiorità evidenziata in un finale di grande difficoltà psicofisica per il Benevento.

<< La cronaca della partita >>

Quagliarella parte dalla panchina

Inzaghi torna al modulo ad albero di Natale, preferendo Tuia a Caldirola in difesa, Improta a Dado in mediana e Insigne a Iago Falque per fare coppia con Caprari alle spalle della prima punta Lapadula. Tra i blucerchiati Tonelli vince il ballottaggio con Yoshida, Thorsby e Torregrossa hanno la meglio rispettivamente su Ekdal e Quagliarella.

Gara bloccata

Dopo un lunga fase di studio, il copione del primo tempo vede la Sampdoria fare la partita e il Benevento adottare una tattica d’attesa, pronto a ripartire in contropiede. A parte un gol giustamente annullato a Torregrossa per fuorigioco, le occasioni latitano e la sfida si accende soltanto negli ultimi minuti. Ancora Torregrossa sfiora appena da pochi passi una palla messa in mezzo da Candreva su punizione, senza sorprendere Montipò.

Qualche occasione prima dell’intervallo

Al 45′ Keita impegna da fuori il portiere dei sanniti alla deviazione in tuffo, mentre una manciata di secondi più tardi Caprari vede il suo tiro a giro, al termine di un’azione di contropiede ben orchestrata, sporcato in angolo. Di tutt’altro tenore è la ripresa, che inizia subito a regalare emozioni al 50′, quando Caprari spreca l’assist perfetto di Lapadula, calciando fuori dall’interno dell’area.

Caprari sorprende Audero

E’ il preludio al vantaggio, firmato proprio dall’ex che al 55′ sorprende il colpevole Audero con un diagonale da posizione defilata. La Sampdoria, alla ricerca dell’immediata reazione, si disunisce esponendosi alle ripartenze giallorosse. Per due volte, però, Lapadula perde il duello con Audero, bravo a riscattare il precedente errore, anche se la sensazione è che l’attaccante ex Pescara avrebbe potuto fare di più.

Keita firma il pari

Nella girandola dei cambi decisi da due tecnici, la mossa che cambia il volto alla partita è l’ingresso di Damsgaard. Il danese si rivela una spina nel fianco per la difesa del Benevento e all’80’ da una sua percussione sulla destra scaturisce il cross sul quale Keita ruba il tempo a Barba, appoggiando in rete la palla dell’1-1.

Pressing blucerchiato, il Benevento tiene

Gli uomini di Inzaghi accusano il colpo e subiscono la costante pressione blucerchiata. La Sampdoria spinge e colleziona una lunga serie di calci d’angolo, senza però riuscire a sfruttare gli assalti finali per conquistare l’intera posta in palio. Il Benevento deve rimandare ancora l’appuntamento con la vittoria, che manca ormai da cinque giornate, e si accontenta di un punto che consente di muovere la classifica anche ai doriani, reduci dal ko casalingo con la Juventus.

Benevento-Sampdoria 1-1 (0-0)
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Tuia (37′ st Caldirola), Barba; Ionita, Schiattarella, Improta (30′ st Foulon); Insigne (22′ st Viola), Caprari (30′ st Sau); Lapadula (38′ st Di Serio). In panchina: Manfredini, Lucatelli, Pastina, Hetemaj, Iago Falque, Dabo, Tello. All. Inzaghi.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli (19′ st Yoshida), Colley, Augello; Candreva (19′ st Damsgaard), Silva (32′ st Ekdal), Thorsby (32′ st Verre), Jankto; Torregrossa (32′ st Quagliarella), Keita. In panchina: Letica, Ravaglia, Regini, Ferrari, Leris, Ramirez, Askildsen. All. Ranieri.
Arbitro: Aureliano di Bologna.

Reti: 10′ st Caprari, 35′ st Keita.
Note – Giornata variabile, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Silva, Tuia, Improta, Depaoli, Tonelli, Ionita. Angoli: 10-2 per la Sampdoria. Recupero: 1′; 4′.


Go to Source