Berlusconi al Quirinale, l’appello di ‘Se non ora quando’: “No al simbolo del più stantìo maschilismo”

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il Popolo Viola, i vignettisti, contro le ambizioni quirinalizie di Silvio Berlusconi si schierano le donne di ‘Se non ora quando’. Rompe il silenzio il coordinamento delle donne, nato nel 2011 a difesa e per l’applicazione delle leggi che tutelano le donne e i soggetti deboli, e tornano a farsi sentire perchè “non è più possibile rimanere silenziose dinanzi all’umiliazione inflitta all’Italia e all’Europa, dalla ufficializzazione della candidatura di Berlusconi alla presidenza della Repubblica da parte dell’intero centrodestra”, scrivono in una lettera-appello per dire ‘no’ all’ipotesi che il leader azzurro diventi il nuovo capo dello Stato.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi, poi 5,99€ per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source