Berlusconi dimesso dall’ospedale: “La prova più pericolosa della mia vita”

La Republica News

“Grazie a tutti di essere qui a salutare questa mia uscita da una prova difficile. Lo dico con emozione: grazie al cielo e grazie alla professionalità dei medici, ho superato quella che considero la prova più pericolosa della mia vita”. La voce gli si incrina leggermente quando, giacca con appuntata la tradizionale spilletta di Forza Italia e cravatta, mascherina, un foglio in mano e il suo medico Alberto Zangrillo al fianco, Silvio Berlusconi esce dall’ospedale San Raffaele di Milano dove era ricoverato dalla notte del 3 settembre dopo essere risultato positivo al coronavirus. Ed è proprio alla malattia e soprattutto ai primi tre giorni, i più duri come li descrive lui stesso, che l’ex premier dedica le prime parole: “Il professor Clementi del San Raffaele ha studiato il mio tampone ed è rimasto sorpreso dall’entità della carica virale, la più alta tra le decine di migliaia osservate al San Raffaele. Fortunatamente, quando me lo hanno comunicato ero già nella fase di recupero della polmonite bilaterale che mi rendeva tra i soggetti più a rischio. Comunque lo posso dire con soddisfazione: anche stavolta l’ho scampata”.Coronavirus, l’appello di Berlusconi: ”Rispettate le regole, siamo tutti a rischio contagio”in riproduzione….Condividi  


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi