Biden: “Il Covid ha creato frustrazione e stanchezza. Nessun lockdown ma vaccinatevi”. E sull’Ucraina: “Un’invasione sarebbe un disastro per la Russia”

Pubblicità
Pubblicità

“Non torneremo ai lockdown, ma dobbiamo vaccinarci, e chi non l’ha ancora fatto, faccia la terza dose”. È stato ancora una volta il Covid il tema dominante della conferenza stampa di Joe Biden a un anno dall’inizio del mandato. È partito da un’ammissione: “So che nel Paese c’è frustrazione e stanchezza”.  Ma ha provato a rassicurare: “Andiamo verso un momento in cui non ci sarà più la crisi. La pandemia è causa di preoccupazione ma non di panico. Abbiamo fatto tutto il possibile, imparando e adattandoci il più velocemente possibile e preparandoci a un futuro senza pandemia”, con il tempo ora “siamo in un posto molto diverso, abbiamo strumenti, vaccini, booster, mascherine, test, pillole per salvare vite, tenere imprese e scuole aperte”, “non torneremo ai lockdown e le scuole non chiuderanno”.

Poi si è concentrato sulle sfide dei prossimi mesi. A partire dall’inflazione. “Dobbiamo metterla sotto controllo”. E ha fornito la sua ricetta:  “La cosa migliore per affrontare i prezzi alti è rendere l’economia più produttiva”, ha detto, indicando tra le priorità la soluzione del problema della catena di fornitura. Importante a suo avviso anche ridurre i costi per le famiglie, dagli asili all’energia, attraverso il suo piano Build Back Better.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source