Bill Clinton ricoverato in terapia intensiva per una sospetta infezione. Il portavoce: “In via di guarigione”

Pubblicità
Pubblicità

Bill Clinton è stato ricoverato all’Irvine Medical Center della University of California per una sospetta infezione del sangue.  L’ex presidente, che ha 75 anni, è nel reparto di terapia intensiva ma non è attaccato al respiratore, riferisce la Cnn.

Le sue condizioni di salute non sono legate ai suoi precedenti problemi di cuore nè al Covid-19, precisa l’emittente.

“Martedi sera l’ex presidente Clinton è stato ammesso all’Uci Medical Center per ricevere  un trattamento per una infezione non legata al Covid. E’ in via di guarigione, di buon umore ed è incredibilmente grato ai medici, alle infermiere e allo staff che gli prestano una cura eccellente”: lo ha twittato il portavoce  Angel Urena.

L’equipe medica che sta curando Clinton presso il Medical Center dell’Università della California a Irvine ha assicurato in una dichiarazione rilasciata che spera di dimettere presto l’ex presidente.

“Il presidente Clinton è stato portato all’UC Irvine Medical Center e gli è stata diagnosticata un’infezione. E’ stato ricoverato in ospedale per un attento follow-up e gli sono stati somministrati antibiotici e liquidi per via endovenosa”, hanno affermato i dottori Lisa Bardack e Alpesh Amin.

I medici hanno spiegato che “dopo due giorni di trattamento, il numero dei suoi globuli bianchi sta diminuendo e sta rispondendo bene agli antibiotici”. “Speriamo che torni presto a casa”, hanno concluso Bardack e Amin.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source