Bonucci fuori rosa, pec alla Juve per essere reintegrato

Pubblicità
Pubblicità

Si induriscono ulteriormente i rapporti tra Leonardo Bonucci e la Juventus. Nonostante l’imminente cessione di De Winter al Genoa, e la conseguente riduzione dell’organico della difesa bianconera, il centrale ed ex capitano resta ai margini del progetto tecnico. Il difensore si allena a parte insieme agli altri compagni di squadra ormai fuori dalla rosa a disposizione di Allegri: anche nella festa dello Juventus Day, è rimasto ad osservare il match a ridosso della panchina. I tanti attestati di stima da parte dei tifosi hanno rinfrancato Bonucci, che sui social ha commentato con amarezza la sua condizione: “Qui ho imparato, combattuto e sognato, tanto. Più di quanto pensavo fosse possibile – ha scritto – La realtà di oggi, in un luogo che al di là di tutto continuo a percepire come casa, continua ad insegnarmi quanto l’amore e l’affetto possano arrivare oltre a situazioni imposte. Grazie a voi tutti juventini, dal primo giorno, fino ancora ad oggi”.

La richiesta di reintegro

Proprio quel termine utilizzato nel post, “imposto”, avrebbe convinto Bonucci a rivolgersi al suo legale per chiedere il reintegro in squadra attraverso l’invio di una pec alla società bianconera. Si tratta del primo passo ufficiale per poter poi citare il club di fronte al collegio arbitrale per chiedere il reintegro definitivo in rosa e un indennizzo. Le motivazioni della richiesta sono da trovare negli orari diversi di allenamento, condizione che secondo il difensore e il suo legale violerebbe l’accordo collettivo dei calciatori di Serie A.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *