Bosnia, bimbo afgano annega mentre tenta di raggiungere la Croazia

Pubblicità
Pubblicità

BELGRADO – Un bambino di 5 anni è morto annegato dopo essere scivolato dalle braccia del padre, mentre tentava di attraversare il fiume Uni per raggiungere la Croazia. Lo riferiscono i media croati.

“Migranti in Bosnia, apriamo gli occhi”

La famiglia, originaria dell’Afghanistan, era composta da padre, madre e cinque figli, tutti minorenni. L’incidente è stato segnalato alla polizia da un residente del luogo che ha sentito i suoi genitori lamentarsi. Sul posto sono intervenuti gli agenti della stazione di polizia di Novi Grad, i vigili del fuoco e le ambulanze.

Il corpo del bambino è stato ritrovato dopo 40 minuti di ricerche, a cui si sono unite anche le persone del posto con le loro barche. Dopo un fallito tentativo di rianimazione, il piccolo è stato trasportato all’obitorio del Centro sanitario di Novi Grad.

Balcani e allargamento Ue, Fassino: “L’integrazione deve essere una priorità per l’Italia e per tutta l’Unione”

Secondo i dati della polizia locale, l’afflusso di migranti illegali nel Paese quest’anno è significativamente inferiore rispetto agli anni precedenti, ma diverse migliaia di persone sono ancora in attesa dell’opportunità di proseguire il viaggio. La maggior parte dei migranti è ancora concentrata nella contea di Una-Sana. Lungo la rotta balcanica, cercano nell’estremo Nord-Ovest della Bosnia-Erzegovina, di attraversare la frontiera con la Croazia e proseguire verso l’Europa occidentale.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source