Botteri-Hunziker? Parla la Cuccarini. Le conquiste di Irama, la vittoria di Signorini

Libero Quotidiano News

08 maggio 2020

Grimes, che il 4 maggio ha accolto il primo figlio, un maschio, con il compagno Elon Musk, fondatore di Tesla, è una delle protagoniste del numero di maggio di Vogue Italia. Il fotografo Ryan McGinley l’ha ritratta in un servizio che la vede, al nono mese di gravidanza, immersa in una California dai contorni insolitamente gotici.Accompagna gli scatti un’intervista, in cui la 32enne Claire Boucher, attivista per l’ambiente e tecno-femminista, parla di identità digitale, maternità, tecnologia e moda e immagina il futuro post coronavirus.

***
Irama é famoso non solo per le sue canzoni, ma anche per le sue conquiste. Pare che ora abbia una liason con Gaia Gozzi, la vincitrice dell’ultima edizione di Amici. I follower della giovane hanno notato che il cantante ha iniziato a seguirla su  Instagram. Il fatto ha interessato i più. Qualche anno fa era legato alla “tuttologa” Giulia De Lellis. Le cose non sono andate bene e si sono lasciati.Poco dopo si é messo con una modella. Nonostante tutto con la De Lellis.c’è un rapporto civile, privo di ogni rancore. Se l’ex corteggiatrice è tornata tra le braccia di Andrea Damante, lui si sta dedicando a questa nuova esperienza. In ogni caso, Gaia e Irama duetteranno insieme.
***
Scheletri nell’armadio. Nato a Roma ma di origini greco-calabresi, Roberto Cenci è uno sceneggiatore, autore televisivo e regista italiano noto per aver creato programmi di successo come Buona Domenica, Amici di Maria De Filippi, Grande Fratello, La fattoria. È stato sposato con la ballerina Rossella Brescia, dalla quale si è separato. Pochi sanno che ha esordito come attore in film (soprattutto erotici): da “L’Amica di mia madre” a “Innocenza e turbamento”, ma il suo cult é “Ecco lingua d’argento”, un film molto spinto con l’ex cantante Carmen Villani e Nadia Cassini. In onda stasera alle 21 su canale 34.

***
Nasce da un’idea dell’ Ambasciatore del gusto Anthony Peth il progetto #italiapiubella a sostegno di tutte le eccellenze italiane che rendono unico il nostro Paese.Ben cento artisti, della musica, del cinema, della danza, del teatro, della moda, del design e del giornalismo, si sono uniti per dare un volto e voce a tutte le piccole,medie e grandi imprese italiane.Mai come ora tutti i settori hanno bisogno di ripartire e quindi “ripartiamo da noi”.Ripartiamo dal Made in Italy. Hanno aderito, tra gi altri, Albano Carrisi, Beppe Convertini, Camilla Nata, Ivana Spagna, Katia Ricciarelli, Maria Grazia Cucinotta, Silvana Giacobini.

***
Tutti conoscono Angelo Frontoni per le sue foto che sono state testimone della storia del cinema, della moda e del costume ma pochi conoscono il suo lato privato.Era una persona dolce, sensibile e attaccato alla famiglia, chiamato da tutti “Angelino” e poi “il fotografo delle dive”. Oggi lo ricorda il nipote Daniele che passò buona parte della sua adolescenza nel suo studio in via dei Monti  di Pietralata,Roma,accanto alla pizzeria di famiglia. Angelo era destinato ad entrare nel impresa familiare, ma la sua ambizione non era affatto il forno. È sempre stato un appassionato di fotografia e l’occasione di diventare professionista l’ha avuta nel 1956 con la possibilità di fotografare Gina Lollobrigida.E da qui é iniziato tutto e ora il nipote Daniele lo ricorda nel suo locale dove si respira l’aria della “Dolce Vita”.
***
Tutta la rete impazzita per gli scatti “hot” di Nicola Vivarelli. alias Sirius, alcuni non lasciano spazio all’immaginazione. Ma sono in un’account Instagram di sei anni anni fa dove, tra l’altro si definiva gay. Il suo nuovo profilo é castissimo. Nella puntata di Uomini e Donne andata in onda lunedì 4 maggio, l’ufficiale della Marina ha mostrato finalmente il suo volto, fra lo stupore degli opinionisti e del parterre femminile. I telespettatori sono rimasti molto incuriositi dall’influencer, sia per la sua giovane età, sia per l’interesse che nutre per una settantenne come Gemma Galgani. Vabbé…

***
Alfonso Signorini condurrà un nuovo Grande Fratello Vip, a poche settimane dal termine della sua prima esperienza, inizialmente tanto criticata. Ma il direttore di CHI ha vinto la fida a distanza, riuscendoa gestire le enormi difficoltà dell’isolamento totale da Coronavirus, conducendo un reality senza pubblico, con al fianco solo Pupo. Sembra che Mediaset avrebbe deciso di confermare entrambi per un nuovo Grande Fratello Vip, pronto a partire  in autunno. Ma allora che fine farà il Grande Fratello Nip di Barbara d’Urso, proprio nel ventennale del reality?

Ecco un ricordo del nipote Daniele Frontoni sul grande Enzo Cerusico: “Nonostante la sua notorietà, Enzo Cerusico,classe ‘37, fu sempre molto riservato per quanto riguardava la sua vita privata. i settimanali dell’epoca non ebbero quasi mai modo di occuparsene,tanto che ad oggi non sanno esattamente nemmeno il giorno della sua morte. Nonno Enzo e Nonna Titti si sono conosciuti quando avevano 17anni lui e 18 lei.Diceva nonno:”passeggiavo davanti al suo portone nella speranza di vederla uscire di casa, oppure mi arrampicavo su per la finestra per spiarla, ero ragazzino incosciente e innamorato”.Dalla loro relazione è nata mia madre Brunella il 4 luglio del 1959 durante la dolce vita di Fellini dove mio nonno recitava come “paparazzo” .
Ripeteva sempre :”questa per me è stata una sorpresa troppo grande per la mia età infatti il coraggio di sposarmi lo trovai soltanto un anno dopo la nascita di Brunella”.Si sposarono nel 1960 con rito civile a Genova perché la famiglia di Nonna, anche se viveva in Toscana, era originaria di Genova e poi con rito religioso a Roma nel 1963 nella nostra parrocchia, Sant’Ippolito, dopo la nascita della seconda figlia Monica, mia zia. Nonno non dimostrava l’età che aveva proprio come me, tanto che Usci solo una “foto scandalo” di quegli anni che diceva:” incredibile Cerusico ha due figlie!!!”. Che ti mando. A questa ti aggiungo altre due foto inedite e privatissime,dove mio nonno giocava con mia madre. Ti inoltro ulteriori foto di nonno Enzo fatte da zio Angelo Frontoni…non sono le mie ma sono state da poco digitalizzate e messe sul web dal museo del cinema di Torino…BELLISSIME.La storia con mia nonna fini e fu uno dei primi ad usufruire della legge sul divorzio nel 1970 .in quegli anni pubblico’ anche un 45 giri .Tutte e due le canzoni erano dedicate a nonna Titti la prima si intitolava “er meno” e parlava dell’inizio del loro amore e la seconda “finimo qui” scritta insieme a Vittorio Ferri, il papà della grandissima Gabriella e parlava della fine della loro storia. Io ho ricordi sfumati di nonno ,se ne andato quando avevo solo 10 anni,mi ricordo però una cosa nitida…quando venne ad una mia recita di fine anno scolastico e Recitavo insieme al mio amico di sempre Andrea Potenziani. Interpretavo un alieno con una scatola di scarpe in testa, lui venne vicino a me e mi disse: “sei bravo, sei molto bravo, ma ricorda il bravo attore non porta maschere… la maschera di un bravo attore è la sua faccia e tu hai quella del nonno…usala!!! …non scordarlo mai.”Morì il 26 novembre del 1991 ,mi ricorda mamma ,che sia Gianni Morandi che Loretta Goggi vennero a dargli l’ultimo saluto ma non riuscirono a vederlo. L’unica persona che è riuscito a vedere era la sua ultima nipote…nonche’ prima femmina della famiglia …Mia sorella,Nicole…che era appena nata.”

***
In un momento economico  così difficile, lo spirito combattivo di molte aziende italiane racconta il cuore e l’anima del nostro paese . Il Management di Captain Deepesh, BRAND tutto italiano che produce orologi, ha deciso di donare parte del ricavato delle vendite  per  tutto il 2020   all’ Associazione   “Kiss” Against the Cancer. Captain Deepesh che crede da sempre nella semplicità del design,e della comunicazione diretta e altrettanto semplicemente e velocemente ha deciso di dare visibilità e supporto a questa associazione, nella speranza  che questo progetto  coinvolga sempre più aziende , perché è una causa che potrebbe riguardare purtroppo ,tutti. Il tumore, non si ferma mai.
La Mission dell’associazione  “KISS” è capire il problema tumore, affrontarlo, sconfiggerlo. E se non si riesce a sconfiggere, almeno… dargli DEL FILO DA TORCERE. Ognuno di noi può essere più forte solo se allo stesso tempo lavoriamo tutti insieme. Ricerca, stili di vita, corretta informazione, educazione, passione, rabbia e sorrisi. Ma anche e soprattutto i baci. Sono le armi più forti che abbiamo contro il cancro. Così è nata Kiss .Inutile sottolineare che in questo periodo, tutti il Team dell’Associazione lavora h 24  contro la pandemia di COVID-19. 

***
“Sono felice che oggi due donne intelligenti e che stimo – Giovanna e Michelle – abbiano messo la parola “fine” ad una polemica ingigantita ad arte da altri. Ha ragione Michelle quando dice che dobbiamo combattere tutti insieme l’odio sui social, ancora di più se contro le donne. No alla violenza verbale, agli insulti, al tifo da stadio, alla mancanza di rispetto di haters travestiti da finti paladini. Basta ai colpi bassi e alle minacce, a noi o a chi vogliamo bene. Questa violenza inaudita, di bulli e leoni da tastiera, porta a semplificazioni, stereotipi, giudizi senza senso. A volte ci dipingono per quello che non siamo, in modo falso e anacronistico . Lo scorso anno, pur se per motivi diversi, anch’io sono stata vittima di odio sui social. Ho ricevuto appellativi, battute velenose, insulti, messaggi cattivi : alcuni di una violenza inaudita . C’è chi si è divertito a dipingermi come non sono mai stata nella mia vita , mettendo in discussione tutta la mia storia personale e professionale. Da allora, ho imparato la lezione ed ho preferito far parlare solo il mio lavoro. È sacrosanto criticare, per carità: non possiamo piacere a tutti. Come personaggi pubblici dobbiamo accettarlo. Ma esistono l’eleganza e l’ironia. Si al dialogo, alla satira, allo scambio civile di idee diverse… ma sempre con rispetto . Non importa se siamo giornaliste, conduttrici, ballerine, attrici, cantanti, casalinghe, telespettatrici, madri o figlie. Siamo donne normali: imperfette, fragili come tutti. Ogni tanto capita, per passione o per difesa, di discutere anche tra noi … ma state pur certi che, su questo punto, ci troverete sempre tutte unite.” Firmato Lorella Cuccarini, nel commentare la ‘pace’ mediatica tra Michelle Hunziker e Giovanna Botteri.

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi