Brescia: imprenditore dichiara 20mila euro, sequestrati beni e casa di lusso

Libero Quotidiano News

Condividi:

08 maggio 2020

Milano, 8 mag. (Adnkronos) – Una casa di lusso, opere d’arte, orologi esclusivi e diversi conti correnti eppure al fisco dichiarava solo 20mila euro l’anno. I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di finanza di Brescia, a seguito di indagini svolte dalla locale procura, stanno dando esecuzione a una misura di prevenzione patrimoniale, ossia a un sequestro emesso dal tribunale nei confronti di un imprenditore bresciano, con numerosi precedenti fiscali, “che è riuscito a spendere e investire negli anni un ‘tesoretto’ di svariati milioni di euro, a fronte di redditi medi dichiarati al fisco di soli 20.000 euro”.
La Guardia di Finanza, già in passato, aveva denunciato il soggetto più volte e per svariati reati economico-finanziari, quali associazione per delinquere, frodi fiscali, riciclaggio, omessa dichiarazione, occultamento e distruzione di documenti contabili, indebite compensazioni. L’imprenditore arrestato recentemente (2018 e 2019) ha già subito sequestri preventivi per oltre 4,5 milioni di euro. Il provvedimento, emesso d’urgenza è finalizzato a evitare che il patrimonio possa essere venduto.
Tra i beni accumulati c’è una casa di prestigio a Brescia, dal valore stimabile in circa 4 milioni di euro, che accorpa dieci unità catastali di pregio storico in un’unica residenza per oltre 1.200 metri quadri di abitazione, più di 100 metri quadri di garage, oltre 1.000 metri quadri di giardino, 1.200 metri quadri di aree scoperte, piscina, circa 50 vani distinti, tra cui area benessere con vasca idromassaggio, sauna e bagno turco, sala cinema e palestra. “Nell’abitazione sono presenti opere d’arte, beni di arredo e orologi di lusso per un valore stimato di circa 2 milioni di euro”.

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi