Brescia-Roma 0-3: i giallorossi consolidano il quinto posto. E Zaniolo torna al gol

La Republica News

BRESCIA – La Roma passa con il minimo sforzo (0-3) al Rigamonti e conserva il 5° posto. Un successo agevole contro un Brescia che ormai pare davvero rassegnato alla retrocessione. Fonseca ha tre motivi per sorridere: la squadra è tornata a tenere la porta inviolata dopo 4 mesi e mezzo, Kalinic ha ritrovato la via della rete dopo Cagliari, Zaniolo, dopo il rientro in campo, si è tolto anche la soddisfazione di brindare al ritorno al gol dopo 204 giorni. Sul piano del gioco la Roma continua a non brillare ma le vittorie di certo la aiuteranno a ritrovare anche il pizzico di fantasia e freschezza mentale necessari per imbastire trame meno prevedibili. Il Brescia ha retto, come spesso è successo in questo campionato, un tempo. Poi, dopo aver pasticciato in occasione dello 0-1 di Fazio, ha avuto una reazione orgogliosa quanto sterile che, però, non è stata sufficiente a risalire la china.Fonseca con Ibanez libero, Lopez rinuncia a DonnarummaSenza Cristante e Mkhitaryan, squalificati, Fonseca ha deciso di mettere Ibanez a fare il libero inserendo Fazio sul centro sinistra. Davanti ha messo Carles Perez al fianco di Pellegrini e davanti ha dato un turno di riposo a Dzeko, lanciando Kalinic. Sul fronte opposto Lopez, che ha perso nel riscaldamento per infortunio Joronen (dentro Andrenacci)  ha fatto turnover: in difesa ha dato spazio a Chancellor e Mangraviti escludendo Mateju e Martella, in mediana ha preferito Ndoj a Dessena e davanti ha dato una chance a Skrabb, facendo rifiatare Donnarumma.Roma a tutto Peres nel primo tempoLa Roma ha stentato a trovare il giusto assetto difensivo e ha subito rischiato: Torregrossa dopo 2′ l’ha graziata calciando a lato un sinistro dal limite dopo una discesa solitaria. A poco a poco i giallorossi hanno preso possesso del centrocampo e hanno creato la maggior parte dei pericoli affidandosi ai cross da destra di Bruno Peres. L’esterno brasiliano ha prima costretto Chancellor a rischiare l’autogol poi per due volte ha servito Kalinic che non ha trovato lo specchio di testa da buona posizione. Nel finale di tempo la Roma ha provato ancora a pungere prima con Perez (diagonale dal limite di poco a lato) e poi su punizione col solito Kolarov che, però, non ha sorpreso Andrenacci.Fazio sblocca il risultato, Kalinic raddoppiaLa formazione giallorossa ha raccolto i frutti della lunga pressione in avvio di ripresa con Fazio che, su un angolo, ha approfittato di un triplo pasticcio di Chancellor, del subentrato Zmrhal e di Andrenacci (che non ha trattenuto il suo sinistro rasoterra) per sbloccare il risultato. Lopez che già all’intervallo aveva gettato nella mischia anche Dessena, si è giocato la carta Donnarumma ma il Brescia, al di là di tanta buona volontà e di un colpo di testa di Mangraviti, di poco alto, non è andato. La Roma ha retto bene l’urto e al 62′ ha chiuso i conti con Kalinic, smarcato in area da Carles Perez.Zaniolo torna al gol, doppio palo di Dzeko. Infortunio a TonaliLa gara, di fatto, è finita qui. La Roma ha preso fiducia e al 74′ ha triplicato con Zaniolo, da poco entrato, bravo a sfruttare un assist in verticale di un altro subentrato, Perotti. Nel finale, dopo che Torregrossa si è divorato l’1-3, calciando da due passi addosso a Mirante, si è visto anche Dzeko che ha litigato con la porta colpendo prima una traversa e poi un palo dopo aver saltato anche Andrenacci. Poco male. E’ meglio che il gol lo tenga in serbo per le prossime gare interne, con Verona e Inter, che hanno decisamente un’altra valenza. Per il Brescia piove sul bagnato. In pieno recupero si è infortunato al flessore Tonali. Un altro neo in una stagione da cancellare in fretta.BRESCIA-ROMA 0-3 (0-0)Brescia (4-3-3): Andrenacci; Sabelli, Papetti, Chancellor, Mangraviti (41′ st Semprini); Ndoj (1′ st Dessena), Tonali, Bjarnason (13′ st Donnarumma); Spalek (32′ st Ghezzi), Torregrossa, Skrabb (1′ st Zmrhal). (1 Joronen, 33 Abbrandini, 5 Gastaldello, 18 Ayé, 24 Viviani 26 Martella). All.: Lopez.Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini (35′ st Spinazzola), Fazio, Ibanez, Peres, Diawara, Veretout (21′ st Perotti), Kolarov; Pellegrini (21′ st Zaniolo), Perez (21′ st Villar); Kalinic (32′ st Dzeko). (13 Pau Lopez, 15 Cetin,2 Zappacosta, 37 Spinazzola, 27 Pastore, 17 Under, 63 Cerantola, 99 Kluivert).Arbitro: Calvarese di Teramo.Reti: nel st 3′ Fazio, 17′ Kalinic, 29′ Zaniolo.Angoli: 8 a 3 per la Roma.Recupero: 1′ e 5′.Ammoniti: Tonali, Peres, Perotti per gioco falloso.


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi