Britney Spears libera dalla tutela legale del padre: la star festeggia con una maglietta speciale

Pubblicità
Pubblicità

Ora è per sempre libera, Britney Spears. Dopo tredici anni il tribunale di Los Angeles ha annullato la tutela legale che dal 2008 ne limitava la vita e gli impegni che dovevano passare attraverso il padre. Una decisione arrivata dopo una lunga battaglia legale e mediatica, con momenti drammatici per la pop star che, in aula, a luglio, aveva supplicato la giudice di “farle riavere indietro la sua vita”, e di annullare il provvedimento che scatta per le persone con problemi mentali, chiesto dal padre, James Spears, che così era diventato curatore dei beni e delle decisioni di Britney (che ha un patrimonio, si stima tuttora, di sessanta milioni di dollari). La giudice Brenda Penny ha pronunciato la frase che la pop star e i suoi fans aspettavano da mesi: “La conservatorship della persona e del patrimonio di Britney Jean Spears non è più richiesta”. E la pop star ha espresso tutta la sua felicità con un post: “Il miglior giorno della mia vita” indossando la maglietta #freebritney insieme al fidanzato, mentre una folla di fan davanti al tribunale festeggiva il pronunciamento. Tutto era nato all’apice della carriera della Spears, quando aveva 26 anni. Secondo il padre aveva  “gravi problemi mentali” dopo che era  finita in una clinica per disintossicarsi da un abuso di sostanze. La tutela, inizialmente temporanea, era poi diventata permanente. Alla fine la cantante e suoi legali sono riusciti a smontare la “gabbia” legale tanto che di recente sia il tutore dei beni che il padre avevano volontariamente rinunciato alla tutela. Mancava solo la decisione finale della corte, arrivata a pochi giorni da un compleanno simbolicamente importante per l’idolo di milioni di ormai ex-teenagers: Britney Spears compirà 40 anni il 2 dicembre.

Reuters / Twitter – Britney Spears / Ansa

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source