Britney Spears, revocata dopo 13 anni la tutela legale

Pubblicità
Pubblicità

Dopo 13 anni, la cantante Britney Spears non è più soggetta ad alcuna tutela legale. E’ quanto ha stabilito un giudice di Los Angeles. Il padre della popstar,
Jamie, era già stato rimosso dal ruolo lo scorso settembre, dopo le ripetute accuse della figlia di aver abusato della sua posizione, e al suo posto era stato nominato un sostituto. Con il verdetto di oggi è stata eliminata del tutto ogni forma di tutela legale sulla cantante, che ora è di nuovo libera di disporre della sua vita e del suo patrimonio.

Svolta per Britney Spears, il padre chiede la fine della custodia legale: “Merita una chance”

“A partire da oggi, la tutela della persona e del patrimonio di Britney Spears è terminata”, ha sentenziato la giudice Brenda Penny. “è questo l’ordine del tribunale”. Spears è ora libera, tra le altre cose, convolare a nozze con il fidanzato Sam Asghari. Circa un centinaio di sostenitori della campagna #FreeBritney hanno atteso il verdetto fuori dal tribunale, alcuni camuffati con i vestiti da scolaretta e da hostess indossati dalla cantante in alcuni suoi celebri video.

Vittoria legale per Britney Spears: il padre della popstar sospeso dal ruolo di tutore dopo 13 anni

Jamie Spears, pur negando di aver abusato della sua posizione, aveva chiesto a sua volta di porre fine alla tutela, riconoscendo che la figlia ora “crede di poter gestire la propria vita”. L’avvocato della trentanovenne, Mathew Rosengart, aveva però ritenuto insufficiente la marcia indietro del padre e aveva ottenuto una seconda udienza per porre fine del tutto all’istituto della “conservatorship”. Una nuova udienza è prevista a dicembre per risolvere le questioni finanziarie in sospeso, comprese le spese legali.
Spears ha sofferto di problemi psichici ed era stata posta sotto tutela nel 2007, dopo aver aggredito un paparazzo.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source