Bruce Springsteen vende alla Sony tutte le sue canzoni per 500 milioni di dollari

Pubblicità
Pubblicità

Le trattative andavano avanti da qualche mese e ora Billboard e New York Times ne sono certi: Bruce Springsteen ha venduto l’intero catalogo delle sue canzoni a Sony per 500 milioni di dollari. Dopo Bob Dylan, Neil Young, Paul Simon e Tina Turner anche il Boss ha deciso di cedere tutto il suo repertorio musicale a una sola etichetta, vale a dire che d’ora in poi la Sony incasserà i diritti di ogni passaggio musicale dei suoi brani. Se la cifra dell’accordo fosse confermata sarebbe, secondo gli esperti, un record per questo tipo di acquisizione, Dylan ha venduto il suo catalogo per 300 milioni di dollari.

Bruce Springsteen, la poetica e gli eroi del Boss in venti canzoni in pillole

Fino a pochi anni va era rarissimo che musicisti vendessero i propri cataloghi. Il trend è diventato sempre più frequente nei mesi della pandemia, via via che i grandi del rock invecchiano e cominciano a pianificare la successione monetizzando per conto degli eredi sulla loro produzione artistica.

Springsteen, ‘Letter to You’: disco e docufilm il 23 ottobre

Investire in canzoni

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source