Buon compleanno Liliana Segre, gli auguri social per il suo 91esimo compleanno: “Sei la custode della nostra storia”

Pubblicità
Pubblicità

Uno dei primi a farle gli auguri è stato il sindaco della sua Milano – “Buon compleanno a una nostra concittadina e a un punto di riferimento per la nostra comunità” ha scritto Beppe Sala su Instagram – ma sono numerosissimi gli esponenti politici, le istituzioni e i semplici cittadini che stanno inviando pensieri carichi di stima e affetto a Liliana Segre nel giorno del suo 91° compleanno.

Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha scelto di ricordare per l’occasione una frase celebre della senatrice a vita – “Siate sempre la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati” – e il deputato milanese del Pd Emanuele Fiano ha scritto su Twitter: “Buon compleanno Liliana che custodisci la nostra storia, un grande bacio”. Il presidente dell’Anpi provinciale di Milano, Roberto Cenati, ha fatto pubblicamente “tantissimi cari auguri di buon compleanno a Liliana Segre, instancabile testimone della Shoah e delle nefandezze del nazifascismo. Ringraziamo Liliana per il suo continuo richiamo a non essere indifferenti di fronte alle ingiustizie, all’intolleranza, alle discriminazioni e alla pericolosa deriva xenofoba e antisemita che sta investendo l’Europa e il nostro stesso Paese. A Liliana un affettuoso abbraccio da tutta l’Anpi”. E la vicesindaca milanese Anna Scavuzzo le ha ricordato via Twitter che “Milano ti vuol bene”.

Il Pd lombardo ha poi ricordato su Facebook l’instancabile opera della senatrice a favore dei più giovani: “Con la sua umanità, ha raccontato il dramma dell’Olocausto a centinaia di migliaia di ragazze e ragazzi, girando le scuole di tutta Italia. Una voce saggia, autorevole e coraggiosa che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di nominare senatrice a vita per i suoi ‘altissimi meriti nel sociale’. È una risorsa di cui il nostro Paese deve continuare a fare tesoro”.

Sono arrivati via social anche gli auguri del Memoriale della Shoah di Milano – “Come sempre, grazie per la tua perseveranza, saggezza e ironia” – del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara e della rappresentanza italiana di Amnesty International: “A Liliana Segre vanno i nostri migliori auguri e un ringraziamento per il suo costante impegno contro l’odio e l’indifferenza”.

La viceministra alle Infrastrutture Teresa Bellanova ha voluto ringraziarla pubblicamente per “il suo straordinario esempio e per il suo impegno quotidiano contro ogni forma di odio e in difesa dei nostri valori di libertà e democrazia” e il presidente della Fondazione italiana autismo Davide Faraone le ha espresso la propria gratitudine per “la lezione che ogni giorno continui a offrire a tutti noi, e soprattutto alle nuove generazioni, per contrastare ogni forma di odio, di discriminazione e di violenza”.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti l’ha definita su Facebook “simbolo di valori importanti come la memoria e il rispetto. Con il suo coraggio e la sua passione civile rappresenta un esempio da seguire per tutti. Grazie sempre”, l’ex sindaco di Roma Ignazio Marino “un vero patrimonio culturale dei nostri tempi, esempio di impegno civile e preziosa testimone contro l’odio” e la deputata bergamasca del Pd Elena Carnevali “un monumento della storia italiana, fonte d’ispirazione per tutti noi e guida preziosa per la nostra democrazia”. Mentre il senatore di Italia Viva Ernesto Magorno, sindaco di Diamante (in provincia di Cosenza), ha scritto che “grazie al suo impegno possiamo imparare a essere migliori”.

Oltre a quelli di Magorno, ci sono gli auguri di tanti altri sindaci dei Comuni di tutta Italia che nel corso degli anni hanno deciso di conferire a Liliana Segre la cittadinanza onoraria perché “è la donna che con la sua storia, il suo esempio e il suo coraggio ci ha insegnato a non odiare”, come si legge nel post pubblicato su Facebook da Daniela Donno, portavoce del M5S al Senato.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source