Caccia al Mondiale, la fiducia di Mancini: “L’Italia non tradirà”

Pubblicità
Pubblicità

Mancini, quanto pesano le assenze di Immobile e Chiellini?
“Ci dispiace per tutti gli infortunati, non solo per Ciro e Giorgio. Ma credo che in questo momento delicato della stagione sia così un po’ per tutte le Nazionali. Noi siamo in una buona situazione come squadra”.
Quale sarà la formula d’attacco: Belotti centravanti o tridente leggero col falso nove?
“Abbiamo ancora due allenamenti, decideremo soprattutto in base a quelli, perché finora sono state soprattutto sedute di scarico. Ma qualunque scelta venga fatta e chiunque vada in campo farà bene. Belotti? Sì, ha possibilità di giocare”.

<< Qualificazioni Mondiali 2022: le classifiche >>

Sarà bello tornare all’Olimpico dopo le notti magiche dell’Europeo: quanto potranno aiutarvi i 52 mila spettatori?
“Credo che sicuramente ci potrà dare una grande mano, è sempre una bella sensazione giocarci. Domani sarà la stessa cosa. E se facciamo quello che dobbiamo, abbiamo buone possibilità di vincere. Il pubblico ci darà una grande spinta, all’Olimpico è sempre stato così fin dalla partita in cui abbiamo battuto la Grecia e ci siamo qualificati per l’Europeo. E poi io ho una grande fiducia nei ragazzi”.

Semina, raggi Uva e zolle nuove: la cura per il prato dell’Olimpico

Vede la sua stessa serenità e tranquillità anche nella squadra?
“I ragazzi sono tranquilli, ma concentrati: per vincere devi essere sempre al 100%, ma sulla concentrazione non abbiamo di sicuro problemi”.
Qual è l’aspetto più difficile di questa partita?
“E’ la penultima e ci può dare la possibilità di andare al Mondiale: le partite di calcio sono tutte difficili, figuriamoci con la Svizzera, che è da anni ad alto livello. La nostra qualità di gioco dovrà prevalere”.  

Italia-Svizzera, Bonucci: “Sensazioni buone, dobbiamo imporre il nostro gioco”

Qual è invece la qualità del campo?
“L’ho rivisto adesso dopo un po’ di tempo e mi sembra discreto, sperando che non piova durante l’allenamento della Svizzera”.
Che si presenta con un possibile cambio di modulo e di formazione.  
“Io non so che partita farà la Svizzera, credo che verrà a giocarsi la partita come fa da tempo. Io so comunque come giocheremo noi, sarà una bella partita”.

Mancini perde un altro pezzo, Chiellini salta Italia-Svizzera

Barella è in dubbio?
“Sta bene, ieri si è allenato e spero che possa essere in campo”.
La sua Italia ha sempre dimostrato sul campo la capacità di non andare mai in ansia: sarà questa la prerogativa della squadra anche stavolta?
“L’ansia non è mai giusta prima della partita, ripeto quello che ho sempre detto: bisogna essere allegri e divertirsi. Poi, se uno è concentrato, farà certamente molto bene”.
Belotti è psicologicamente al massimo, dopo le disavventure di questa stagione?
“L’ho visto bene, anche se fisicamente non sarà al 100%, il suo è stato un infortunio serio. Magari non sarà in campo per novanta minuti, ma se farà qualche gol prima del 60′ o del 65′ andrà benissimo lo stesso”.
Si aspetta qualche sorpresa da Yakin, viste anche le numerose assenze?  
“Penso che in questo momento della stagione tutte le Nazionali abbiano problemi, noi e la Svizzera. Non so se Yakin cambierà modulo o giocatori, ma so che la Svizzera rimane una squadra difficile da affrontare come sempre, a prescindere da modulo e formazione”.

Lippi: “La qualificazione mondiale non ci sfuggirà. Mancini ha un supergruppo”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source