Cadavere trovato nel Bresciano, potrebbe essere Laura Ziliani

Pubblicità
Pubblicità

Un cadavere è stato trovato lungo un torrente che porta alla centrale idroelettrica di Temù, in provincia di Brescia. È il corpo di una donna e al momento non può essere escluso che si tratti di Laura Ziliani, l’ex vigilessa del paese svanita nel nulla esattamente tre mesi fa. Era l’otto maggio scorso.

Laura Ziliani, scomparsa due mesi fa in Val Camonica. Svolta nelle indagini: le figlie indagate per omicidio

Il cadavere non è riconoscibile e serviranno nuovi accertamenti. Il corpo è stato trovato non distante dal luogo dove venne recuperata una scarpa da montagna che sarebbe appartenuta proprio a Laura Ziliani. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Scientifica per fare i rilievi. La procura ha aperto un’inchiesta per omicidio volontario e occultamento di cadavere indagando due delle tre figlie della donna e il fidanzato della maggiore.

Scomparsa di Laura Ziliani in Val Camonica: dal cellulare alla scarpa ritrovati, i risultati di due mesi di indagini

Caso Laura Ziliani, nei cellulari e nei pc sequestrati si cercano tracce per risolvere il giallo della donna scomparsa in Val Camonica

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source