Camera, la Lega vota con le opposizioni sullo stop al Green Pass: maggioranza divisa, stop lavori in commissione

Pubblicità
Pubblicità

Continua il pressing della Lega in Parlamento per arrivare all’eliminazione del Green Pass. Una decisione che Matteo Salvini invoca da tempo, ma che non piace a Forza Italia e divide gli stessi esponenti del Carroccio. Nonostante le perplessità della maggioranza sullo stop alla certificazione verde, oggi la Lega ha tentato nuovamente il colpo di mano. Nella commissione Affari sociali della Camera questa mattina, nel corso dell’esame del decreto Covid (che approderà domani in Aula a Montecitorio) gli esponenti del partito hanno presentato un emendamento per chiedere la sospensione del Green Pass dal 31 marzo, giorno in cui terminerà lo stato di emergenza per la pandemia del Covid. 

Lega Fedriga: “Riapriamo tutto ora che il virus dà tregua. L’autunno è un’incognita. I colori? Solo un feticcio”

Risultato della proposta: la maggioranza si è spaccata. L’emendamento, che ha avuto parere contrario da parte del governo, è stato votato solo dalla Lega, da Fratelli d’Italia e da Alternativa, mentre Pd, M5S, Leu, Forza Italia e Italia viva hanno contestato il provvedimento. La seduta della commissione è stata sopesa e riaggiornata alle ore 16, dopo la riunione dei capigruppo di maggioranza.

Di misure anti-Covid ha parlato anche il presidente della Camera, Roberto Fico, che in un post su Facebook dedicato ai lavori di Montecitorio ha scritto: “Credo che un progressivo superamento delle restrizioni sia di buon senso e in questo solco si stanno già muovendo governo e Parlamento”.

Green Pass, Ronzulli (FI): “La Lega sbaglia, prematuro superare l’obbligo”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source