Cartelle esattoriali e mutui: verso lo stop ai versamenti per tutto il 2020

La Republica News

ROMA. Ossigeno per i contribuenti italiani e per chi deve pagare il mutuo. Nell’ambito del decreto agosto e con alcuni provvedimenti dell’Agenzia delle entrate si prorogherà la sospensione delle cartelle esattoriali; si rateizzeranno nel 2021 i versamenti mensili di Iva, ritenute Irpef e Inps in scadenza il 16 settembre; e si prorogherà la moratoria dei mutui.Fisco, lo strappo dei commercialisti: “Proroga delle scadenza o non inviamo i dati”La riscossione dovrebbe riprendere a pieno ritmo solo da gennaio: secondo quanto si apprende da fonti di governo, con il prossimo decreto di agosto dovrebbe essere introdotta una ulteriore proroga per i pagamenti delle cartelle esattoriali (comprese le rate della rottamazione) che a settembre altrimenti sarebbero ripresi. Allo studio anche il rinvio della notifica di nuove cartelle così la proroga dello stop ai pignoramenti. Altra possibile proroga quella della moratoria dei mutui, che era stata fissata fino al 30 settembre. A oggi sono circa 290 miliardi i prestiti oggetto della moratoria: viste le difficoltà in cui versano molte famiglie debitrici la scadenza potrebbe provocare molte insolvenze e la conseguenza vendita di immobili, con ripercussioni sul mercato. Di qui l’ipotesi di una ulteriore boccata d’ossigeno.Tax day, oggi maxi scadenza con le tasse per 4,5 milioni di contribuentidi ANTONELLA DONATI


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi