Case, rallenta la crescita dei prezzi. Traino dalle abitazioni nuove

Pubblicità
Pubblicità

Prosegue la fase di rallentamento della crescita dei prezzi delle case. È quanto mette in evidenza l’Istat oggi. Nel primo trimestre dell’anno, secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dell’1,1% nei confronti dello stesso periodo del 2022 (era +2,7% nel quarto trimestre 2022).

Ma l’aumento annuo è da attribuire soprattutto ai prezzi delle case nuove che salgono del 5,4% (in accelerazione rispetto al +4,5% del trimestre precedente) e in misura minore ai prezzi delle abitazioni esistenti la cui crescita decelera, passando da +2,3% del quarto trimestre 2022 a +0,4%.

Questi andamenti si manifestano in un contesto di rallentamento dei volumi di compravendita: -8,3% la flessione annua registrata nel primo trimestre 2023 dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate per il settore residenziale, dopo il -2,1% del trimestre precedente, sottolinea inoltre l’Istat.

Mercato immobiliare, gli italiani ricorrono ai risparmi per comprare casa. Ma per mutui e compravendite sarà un anno da -10%

Nel confronto con il trimestre precedente, il leggero aumento dell’indice dei prezzi delle abitazioni(+0,1%) è imputabile ai prezzi delle abitazioni nuove che crescono dell’1,6% mentre quelli delle abitazioni esistenti diminuiscono dello 0,2%.
 

Il tasso di variazione acquisito dell’indice Ipab per il 2023 è nullo, sintesi di un aumento del 2,4% per le abitazioni nuove e una riduzione dello 0,4% per le abitazioni esistenti.
 

Nel complesso “prosegue, nel primo trimestre 2023, la fase di rallentamento del tasso di crescita su base annua dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, iniziata nella seconda metà del 2022”, commenta l’Istat, evidenziando che “il rallentamento si deve esclusivamente alla dinamica dei prezzi delle abitazioni esistenti (che pesano per oltre l’80% sull’indice aggregato), in forte attenuazione nel primo trimestre di quest’anno, a cui si contrappone l’accelerazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni nuove”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *