Caso Alberto Genovese il braccio destro Daniele Leali indagato per la droga spacciata sulla Terrazza Sentimento

Caso Alberto Genovese, il braccio destro Daniele Leali indagato per la droga spacciata sulla Terrazza Sentimento

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

Daniele Leali, ritenuto il braccio destro di Alberto Genovese, l’imprenditore in cella per aver prima stordito con un mix di coca rosa e ketamina e poi stuprato una 18enne ospite nel suo appartamento in centro a Milano dove era in corso una festa, risulta indagato dalla procura milanese per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Caso Alberto Genovese, la sua fidanzata indagata per violenza sessuale e spaccio di droga
di Sandro De Riccardis 09 Dicembre 2020

Leali, che al momento si trova a Bali da dove dovrebbe rientrare il 19 dicembre, sarebbe stato l’organizzatore dei mega party sulla ‘terrazza sentimento’. L’uomo è il terzo indagato nell’indagine coordinata dall’aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria Stagnaro. 
Il caso Genovese, malore da stress per il ‘braccio destro’ Leali: ricoverato in ospedale a Bali
30 Novembre 2020

Leali è considerato uno degli uomini più vicini all’imprenditore delle start-up, sempre presente nell’organizzazione delle feste e nelle sue vacanze all’estero. Il suo nome emerge, negli atti giudiziari, nelle testimonianze di alcune ragazze presenti alla festa alla ‘terrazza sentimento’, dove si è consumata una delle due violenze per cui è indagato Genovese. “C’era della droga alla festa.. – racconta un’amica della vittima, sentita dalla squadra mobile di Milano – ad un certo punto, c’erano due piatti a disposizione per tutti. Li ha portati vicino al bar Daniele Leali, in uno c’era 2CB, conosciuta come “coca rosa”, e nell’altro “Kalvin Klain”, che è chetamina mischiata con cocaina.. erano stati messi a disposizione per tutti, gratuitamente ovviamente. Credo che tutti si aspettassero che Leali la portasse in sala, nessuno diciamo si è spaventato o sorpreso della cosa…”. La ragazza aggiunge particolari anche su un’altra festa. “Anche nell’occasione del 18 e 19 settembre, c’erano a disposizione dei piatti con sostanza stupefacente…”.
Argomenti



Go to Source