Caso Benevento, Mastella a Mazzoleni: “Ci vediamo in tribunale”

Pubblicità
Pubblicità

BENEVENTO – Non accennano a placarsi le polemiche attorno al match salvezza perso 3-1 in casa dal Benevento contro il Cagliari. L’arbitraggio, duramente criticato dal club giallorosso a partire dal presidente Vigorito, si avvia ad avere una coda in tribunale dopo le dichiarazioni di Clemente Mastella contro l’arbitro Mazzoleni. “Leggo” dice il primo cittadino di Benevento, “di una querela contro di me da parte del fratello del ‘varista’ Mazzoleni, a seguito della partita Benevento-Cagliari. Ci vedremo volentieri in Tribunale. Per quanto mi riguarda, ho dato mandato ai miei legali di valutare di querelare per danno di immagine ed economico alla città quanto procurato in negativo dalla decisione assunta da Mazzoleni e da Doveri”.

Benevento, Vigorito attacca Mazzoleni: “E’ una vergogna, ammazza le squadre del Sud”. Inzaghi: “Siamo stati derubati”

“Mazzoleni approfondisca pure”

“Che rispondessero lui e gli altri – continua Mastella – di una designazione sospetta ed inopportuna e di due decisioni illegittime perché palesemente contrarie al regolamento. Del resto, lo stesso fratello è stato prudenzialmente sospeso de facto dal Var. Sono due giornate che non viene designato. E a pensarci bene gli errori del Var nella partita sono stati tre. E tutti decisivi. Ignorati. Ergo, se il sig. Mazzoleni vuole approfondire, ben venga”. A caldo dopo la partita Mastella dichiarò: “A pensar male si fa peccato ma assai spesso si indovina. Lo diceva Andreotti e lo ripeto io. Come mai l’arbitro Mazzoleni era nella cabina Var a Napoli ed oggi a Benevento. A Napoli contro il Cagliari annullò il gol di Osimen, oggi ha annullato il rigore del Benevento”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source