Caso Leo La Russa, a breve le analisi sul cellulare: ricerche con parole chiave per trovare riferimenti alla notte della violenza

Pubblicità
Pubblicità

Riprenderanno giovedì prossimo, 31 agosto, gli accertamenti irripetibili sul cellulare di Leonardo Apache La Russa, il figlio minore del presidente del Senato, indagato per violenza sessuale assieme all’amico dj Tommy Gilardoni in seguito alla denuncia di una sua ex compagna di liceo rivista la sera tra il 18 e il 19 maggio scorsi a una festa all’Apophis, un locale esclusivo in centro a Milano.

Dopo la copia forense dello smartphone sequestrato senza la sim (è intestata allo studio del padre) al giovane e che è avvenuta tra il 31 luglio e il primo agosto scorsi con l’esclusione delle conversazioni coperte dalle garanzie costituzionali, tra tre giorni con un nuovo incontro a cui parteciperanno, come sempre, anche le difese con i loro consulenti, si terrà il secondo step delle operazioni: verranno stabilite, in accordo tra le parti, le parole chiave per procedere alla ricerca di chat, foto e video utili alle indagini, i quali poi verranno estrapolati e analizzati.

Le indagini, coordinate dal pm Rosaria Stagnaro e dall’aggiunto Letizia Mannella, sono condotte dalla Squadra Mobile. La Russa jr ha sempre respinto le accuse.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *