Cede un braccio di una gru, muore operaio di 44 anni a Cervia

Pubblicità
Pubblicità

Un operaio di 44 anni originario di Comacchio, in provincia di Ferrara, è morto nel primo pomeriggio di oggi a Cervia, nel Ravennate, a causa di un cedimento del braccio della gru meccanica grazie a cui stava potando alcuni alberi. I soccorsi sono stati inutili. L’uomo lavorava per una ditta che, su incarico del Comune, stava facendo la manutenzione ai numerosi pini marittimi. Sul posto ci sono i carabinieri e il magistrato di turno.

Presenti pure alcuni assessori, il dirigente d’area e il sindaco della città romagnola. I pini in questione fanno infatti parte del verde pubblico appaltato dal 2020 alla ditta Deltambiente per la quale lavorava il defunto.

“Una tragedia immane ha colpito oggi la nostra città – scrive il primo cittadino Massimo Medri – Come prima cosa mi stringo attorno alla famiglia che sta certamente vivendo un immenso dolore, non oso immaginare che ore terribili possano essere queste. Come seconda cosa come Sindaco di questa città chiedo chiarezza su quanto avvenuto. Il tema della sicurezza nei luoghi di lavoro deve diventare prioritario per tutti”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source