Centrodestra, vertice a pranzo tra Berlusconi, Salvini e Meloni

Pubblicità
Pubblicità

Si sono sentiti in mattinata, poi la decisione di vedersi a pranzo. Silvio Berlusconi è a Roma già da ieri e ora incontra Matteo Salvini e Giorgia Meloni dopo la sconfitta elettorale a Villa Grande, sull’Appia antica che fu di Franco Zeffirelli e adesso è la residenza romana del leader di Forza Italia. 

Il Cavaliere è tornato così nella Capitale, dopo un’assenza lunga otto mesi. L’ultima sua trasferta romana, infatti, ha coinciso con le consultazioni avviate da Mario Draghi a febbraio nella fase precedente alla formazione del suo governo. L’incontro con Salvini e Meloni,  si svolge nella Villa restaurata da poco dove ha trasferito il suo ufficio dopo l’addio a Palazzo Grazioli.

Elezioni comunali, la destra sconfitta alla resa dei conti. E Berlusconi torna a Roma

Tanti i nodi da sciogliere per i capi di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. La prima a chiedere un vertice urgente era stata lunedì la presidente di Fratelli d’Italia, alla luce dell’esito deludente dei ballottaggi. Meloni chiede “maggiore chiarezza e coesione” agli alleati del centrodestra, convinta che la sconfitta elettorale sia frutto anche della “confusione” crescente nell’elettorato che si trova davanti “tre partiti con tre posizioni differenti”.

Subito dopo il primo turno della Comunali, invece, Salvini aveva chiesto a FI e FdI di lavorare da subito per arrivare all’identificazione “entro l’anno” dei candidati alle prossime Amministrative, in programma a primavera. Il segretario della Lega crede infatti che il centrodestra sia stato penalizzato nel voto perchè ha schierato “troppo tardi” i suoi candidati civici.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source