Chef ucciso in Sardegna, il killer ha confessato: l’ha ucciso perché geloso della moglie

Pubblicità
Pubblicità

Ha ucciso Alessio Madeddu per motivi passionali Angelo Brancasi, panettiere 52enne di Sant’Anna Arresi, geloso della moglie che lavorava nel ristorante Sabor’e mari dello chef diventato famoso per aver partecipato a ‘4 Ristoranti estate’ con Alessandro Borghese. L’uomo ha confessato nella notte: ha raccontato di essere sicuro che la moglie avesse una relazione clandestina con Madeddu e di averlo perciò ucciso dopo averlo attirato fuori dalla dependance vicino al ristorante al porto vecchio di Teulada, nel sud Sardegna, in cui era ai domiciliari dopo la condanna a 6 anni e 8 mesi per duplice tentato omicidio per aver aggredito una pattuglia di carabinieri con una ruspa. Brancasi, difeso dall’avvocato Roberto Zanda, è stato trasferito nel carcere di Uta.

Alessio Madeddu, 52 anni, è stato trovato morto ieri mattina davanti al suo ristorante, dov’era agli arresti domiciliari dopo una condanna per aver aggredito due carabinieri con una ruspa nel novembre 2020.

All’omicida, che ha colpito a morte Madeddu con un’arma da taglio, probabilmente un’accetta, i carabinieri sono risaliti attraverso testimonianze e le immagini del sistema di videosorveglianza.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source